Londra, il Big Ben rimarrà inattivo fino al 2021

big ben

A partire da oggi, il Big Ben subirà quattro anni di restauri

project adv

Il Big Ben resterà inattivo per quattro anni. Alle ore 12 di oggi, infatti, l’orologio ha suonato per l’ultima volta: ritornerà a farlo solo nel 2021, quando saranno terminati i necessari restauri alla torre dell’orologio come secondo quanto rivelato dal quotidiano La Repubblica, e in questo arco di tempo sarà attivo solo per celebrazioni speciali (ad esempio per i festeggiamenti di capodanno).

Un periodo così lungo di inattività per il simbolo più celebre di Londra non ha mancato di sollevare polemiche, con la stessa premier Theresa May che, appoggiata da molti parlamentari, ha sostenuto come la durata dei lavori sia eccessiva. Diversi membri di entrambe le Camere si sono oggi radunati davanti alla torre per assistere agli ultimi rintocchi prima dell’inizio dei lavori.

L’orologio ha iniziato a funzionare il 31 maggio del 1859, e la torre che lo ospita, che nel 2012 è stata rinominata Elizabeth Tower, è stata progettata da Augustus Pugin ed è alta 98 metri. Ma il nome “Big Ben”, con cui la torre è conosciuta in tutto il mondo, è in realtà il nomignolo della campana dell’orologio.

Non è la prima volta che il funzionamento dell’orologio subisce un’interruzione: è accaduto per la prima volta nel 1934, per due mesi; in seguito il Big Ben è stato zittito nuovamente nel ’56 (sei mesi), nel ’79 (nove mesi) e tra il 1983 e il 1985. Ma quattro anni di inattività rappresentano, finora, un singolare record.

Video del giorno