Manara e le sue “Mulieres” conquistano Salerno

Manara

Milo Manara a Salerno: è stata inaugurata con successo la mostra “Mulieres” nelle sale del Palazzo Fruscione

È stata accolta con grande entusiasmo la personale dedicata al maestro Manara, inaugurata nella serata di martedì 3 febbraio nelle sale espositive dello storico Palazzo Fruscione.

Un’invasione tutta al femminile ha infatti conquistato letteralmente il pubblico salernitano, accompagnato durante tutta la mostra, dai racconti e dalle descrizioni dell’autore stesso. La mostra, come racconta Manara, non è un’auto-celebrazione o uno strumento sociale, ma una pura e semplice esposizione di disegni, schizzi e bozze che insieme raccontano un’intera vita dedicata alla pittura e al disegno.

Manara cresce come autore, infatti, in un clima di cambiamento, in cui l’arte e la pittura perdono progressivamente importanza e in cui il fumetto sembra essere l’unico mezzo con cui una mente creativa può scuotere il pubblico. Così, dando fondo alla creatività, inizia la sua longeva carriera, sfoderando l’unica arma a cui nessun pubblico può resistere: l’erotismo.

Le donne di Manara, a cui deve la sua fortuna tanto da definirsi egli stesso una sorta di mantenuto“, sono ammiccanti, sensuali, belle e provocanti, senza urtare mai la sensibilità degli appassionati o del mondo femminile. Nessuno si sognerebbe, infatti, di ridurre a semplice “oggetto di desiderio” le donne disegnate dal maestro veronese, che giocano un ruolo fondamentale nell’atteggiamento provocatorio tipico dell’arte fumettistica. Il corpo sensuale delle “donnine” è infatti stereotipato, è uno strumento caricaturale con cui l’autore provoca l’osservatore, con cui eleva ad arte l’erotismo femminile solitamente oscurato dal perbenismo e monopolizzato dalla pornografia, senza lasciare spazio ad alcun falso giudizio sulla strumentalizzazione o mercificazione delle donne.

La personale del celebre disegnatore Milo Manara, sarà visitabile agli orari riportati al Palazzo Fruscione (clicca QUI per visualizzarli), dal 4 febbraio fino al 1 marzo, per poi spostarsi in altre città e concludersi in un grande evento d’occasione nella città di Napoli.