Mancini vs Martinez: Italia-Belgio sarà anche la sfida dei Roberto

SportMancini vs Martinez: Italia-Belgio sarà anche la sfida dei Roberto

Roberto Mancini contro Roberto Martinez: 8 anni dopo l’ultimo, incredibile, confronto i due tecnici si ritrovano faccia a faccia nei quarti di finale di Euro2020

A Monaco di Baviera l’Italia di Roberto Mancini va alla ricerca del passo semifinale contro la squadra numero 1 del ranking mondiale, l’eterna incompiuta, il Belgio di Roberto Martinez.

Una sfida dal sapore di bel calcio e qualità, ma anche l’incontro tra due tecnici già avversari nei trascorsi in Premier League e legati da un singolare episodio che in un modo o nell’altro ha segnato la carriera di entrambi gli allenatori.

Perché sebbene lo score indichi uno schiacciante 7 a 1 a favore dell’italiano nei confronti diretti, quell’unico successo del tecnico di Balaguer si iscrive in una delle pagine più entusiasmanti del calcio d’Oltremanica.

Dopo aver perso per 7 volte su 7 contro il Manchester City di Roberto Mancini, Martinez affronta con il suo Wigan Athletic proprio i Citizens nella finale della FA Cup, l’11 maggio 2013.

Un match sulla carta a senso unico ma dell’esito, invece, assolutamente inaspettato: saranno proprio i Latics del tecnico spagnolo ad alzare al cielo il trofeo più antico del mondo, grazie al gol di Ben Watson nei minuti di recupero.

Il primo trofeo della storia del Wigan, però, coincide anche con la retrocessione dei biancazzurri in Championship. Tre giorni dopo la grande festa di Wembley, gli uomini di Martinez devono salutare la Premier League, macchiando, di fatto, il successo appena raggiunto e scrivendo la storia ancora una volta.

Mai prima di allora, infatti, la vincente della FA Cup era stata retrocessa nella stessa stagione: un contraccolpo che portò lo stesso spagnolo a lasciare i Latics per unirsi all’Everton.

Vittoria amara per l’allenatore iberico, ma sconfitta di certo non più dolce per Mancini, che in seguito a quella debacle fu esonerato, terminando di fatto la sua avventura sulla panchina del Manchester City.

Pietro Marchesano
Mi chiamo Pietro, ho 24 anni e studio Lingue e Letterature Moderne all'Università di Salerno. Sempre con la testa in giro per il mondo, scrivo di cronaca, cultura e sport. Divoro film come partite di pallone.

Covid-19

Italia
87,285
Totale di casi attivi
Updated on 31 July 2021 - 21:05 21:05