8 Giugno 2022 - 15:05

Il ritorno in campo di Matteo Berrettini: Albot piegato in 3 set

Torna in campo e vince Matteo Berrettini a quasi tre mesi dall'ultima partita disputata. L'azzurro supera in 3 set il macedone Albot

Berrettini, Indian Wells, Sinner, Fognini

Matteo Berrettini torna a giocare e riparte con una vittoria. Al “Boss Open” di Stoccarda (torneo ATP 250), il tennista azzurro batte il macedone Radu Albot in tre set ed accedere ai quarti di finale del torneo, il primo su superficie in erba della stagione.

Assente dai campi dal 16 marzo (ko con Kecmanovic ad Indian Wells) e dopo l’operazione alla mano destra del 29 marzo, c’era tanta curiosità per capire quanto potesse esprimere Matteo in campo alla sua prima apparizione dopo il lungo stop. Il numero 1 d’Italia ha risposto bene, vincendo agevolmente e senza soffrire contro un avversaria di gran lunga alla sua portata. Ora possibile un derby italiano con Lorenzo Sonego ma il piemontese dovrà prima superare il tedesco Struff.

Vittoria di esperienza

Il primo set di Matteo Berrettini al suo rientro in campo dura appena 29 minuti. Infatti, bastano due palle break ed un ottimo rendimento al servizio (7 ace e 94% di punti vinti con la prima) per conquistare il parziale con il punteggio di 6-2 in favore del numero 1 d’Italia.

La situazione non sembra cambiare nel secondo ma qui Albot reagisce alle chance di Berrettini in risposta, annullando tre palle break nel terzo e quinto game. Anzi, il numero 121 del Ranking approfitta del primo momento (inevitabile) di calo da parte dell’azzurro per strappare il servizio ed allungare sul 5-3, rimettendo in discussione la partita, chiudendo poi sul 6-4.

Il match si decide così al terzo set: Berrettini paga un po’ di fatica da inattività e non forza troppo sulla mano operata. Albot invece entra in fiducia e si prende subito tre chance per strappare il servizio in apertura di set ma Berrettini si salva tra primo e terzo game. Il numero 1 d’Italia capisce che è il momento cruciale della sfida: ritorna a spingere in risposta dopo un momento poco propizio ed ottiene il break alla prima occasione utile che gli permette poi di allungare sul 4-1. Per consolidare il vantaggio, il numero 1 d’Italia ricominciare a macinare Ace (saranno 21 a fine match) e prime di servizio. Questo basta per condurre in porto la partita, chiusa con il 6-3 che vale la vittoria finale.

Una vittoria di mestiere per Berrettini che così si qualifica ai quarti di finale del torneo. Importante il successo, soprattutto per il morale e per proseguire nel percorso di recupero.

Obiettivo mantenere la top 10

Per Matteo Berrettini il rientro in campo coincide anche con il periodo in cui conta molto fare punti per il Ranking. Infatti, il periodo di inattività del tennista azzurro lo ha fatto scivolare al numero 10 della classifica ma – in caso di mancato arrivo almeno in finale nel 250 di Stoccarda – potrebbe scendere alle spalle di Cameroon Norrie, in virtù della scadenza dei punti del Roland Garros 2021.

Ma non è tutto: in vista di Wimbledon (dove è finalista uscente), Berrettini dovrà difendere il successo al Queen’s (500 punti) e dovrà cercare di ottenere il massimo in ogni torneo, visto che nello Slam non ci sarà possibilità di recuperare terreno, causa la decisione di non assegnare i punti in questa edizione dopo l’esclusione dei tennisti russi e bielorussi.

Un danno importante per il numero 1 d’Italia che dovrà però concentrarsi prima sul rientro in condizione e poi preoccuparsi del terreno da recuperare in classifica. Ma intanto: bentornato Matteo!