Napoli
Twitter @sscnapoli

Al Diego Armando Maradona di Napoli va in scena l’ultimo atto dell’anno solare per le due squadre. Di seguito l’analisi della partita

Il Napoli ha un disperato bisogno di punti per scacciare i fantasmi del passato e per dare un segnale forte alla classifica. Il Torino, dal suo canto, per sperare in una alquanto difficile salvezza deve a tutti i costi cercare di fare risultato.

Potrebbe interessarti:

La partita

Entrambi gli allenatori dispongono i loro interpreti al meglio delle loro possibilità. Il napoli, falcidiato dalle importanti assenze, schiera Maksimovic al posto di Koulibaly e Politano al posto di Lozano. L’attacco azzurro è guidato da Andrea Petagna.


Partita lenta, a tratti soporifera, fino al 13′ del primo tempo. Simone Verdi sbuca alle spalle di un distratto Maksimovic e si invola verso la porta difesa da Alex Meret: il tiro è debole e il Napoli si salva.
Da segnalare il pericoloso intervento di Andrea Belotti che salta di testa colpendo con il ginocchio il coccige di Diego Demme. Italo-tedesco costretto al cambio pochi istanti dopo: al suo posto il macedone Elmas.
Il primo tempo si conclude con il Napoli in pressione offensiva che, però, riesce poche volte a calciare verso la porta difesa da Salvatore Sirigu.

Il secondo tempo si apre come si era chiuso il precedente. Il Napoli porta palla nella zona avanzata del campo e guadagna un calcio di punizione in zona pericolosa calciato male da Insigne: palla centrale.

La partita si sblocca al 55′ del secondo tempo. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il Torino trova la rete con Izzo che si coordina al volo di sinistro insaccando la sfera sul secondo palo. Meret non può nulla, è 0-1.
Il Napoli non riesce a trovare quasi mai la giocata, al 70′ Gennaro Gattuso pesca dal mazzo Llorente che prende il posto di Petagna, Mario Rui che entra al posto di Hysaj e Fabian ruiz, mettendo a sedere Bakayoko.

E’ al 92′ che il Napoli trova il pareggio aggrappandosi ad una prodezza balistica del suo capitano. Lorenzo Insigne, servito con un tocco morbido da Zielinski, insacca la sfera alle spalle di Sirigu calciando a giro di prima sul secondo palo.

Termina così la sfida al Diego Armando Maradona di Napoli. Prestazione opaca dei padroni di casa che perdono il treno-scudetto con un formidabile Milan che vince di grinta contro la Lazio. Enorme punto guadagnato dal Torino, che continua la sua lotta alla salvezza.

Il tabellino di Napoli-Torino

Marcatori: 55′ Izzo; 92′ Insigne

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Manolas, Hysaj; Bakayoko, Demme (25′ Elmas); Politano, Zielinski, Insigne; Petagna. All: Gattuso

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Buongiorno, Bremer; Singo, Lukic, Rincon, Linetty, R. Rodriguez; Verdi, Belotti. All: Giampaolo

Letture Consigliate