Olimpiadi,Tokyo 2020

6000 medici chiedono l’annullamento delle Olimpiadi di Tokyo 2020: troppo rischioso per il Paese. Intanto Thomas Bach annuncia le percentuali di vaccinazioni a 75%

“Riteniamo che la scelta corretta sia quella di annullare un evento che ha la possibilità di aumentare il numero di persone infette e morti”: la richiesta partita dai medici giapponesi del Tokyo Medical Practitioners Association giunge come un monito preoccupante in vista delle Olimpiadi Tokyo 2020.

Potrebbe interessarti:

6mila membri decisi a chiedere a gran voce l’annullamento dei Giochi Olimpici, ritenuti troppo pericolosi per la salvaguarda sanitaria del Paese.

La richiesta è stata inoltrata la scorsa settimana al primo ministro giapponese Yoshihide Suga, al governatore di Tokyo Yuriko Koike e a Seiko Hashimoto, a capo del Comitato organizzativo.

Nel frattempo il presidente del Cio Thomas Bach prova a rassicurare, annunciando la vaccinazione dei membri del Villaggio Olimpico già al 75%: “Al momento il 75% dei residenti del Villaggio Olimpico sono vaccinati o si sono assicurati la vaccinazione in tempo per l’inizio delle Olimpiadi”.

A preoccupare sono le possibili nuove varianti immuni al vaccino: al momento, però, l’annullamento delle Olimpiadi Tokyo 2020 appare quasi impossibile.

Letture Consigliate