Paolo Gentiloni a Che tempo che fa: “Ho riportato serenità al governo e all’Italia”



Paolo Gentiloni canone Rai

Questa sera a Che tempo che fa è stato ospitato il Premier Paolo Gentiloni che ha discusso con Fabio Fazio della fine della legislatura, delle prossime elezioni e sull’Italia di oggi

Paolo Gentiloni, ospite questa sera a Che tempo che fa, ha spiazzato da subito Fabio Fazio: “L’impegno che ho preso 13 mesi fa finisce con le prossime elezioni. I cittadini determineranno il futuro del governo e del Paese.”

In vista delle prossime elezioni politiche che si terranno il 4 marzo e che vedono scontrarsi il centrosinistra di governo, il centrodestra, il Movimento 5 Stelle e altre formazioni minori, il Premier uscente dichiara che “questa è una campagna elettorale seria. Il cittadino deve decidere chi salirà al governo.”

Gentiloni e la sua fiducia nel Pd

Il centrodestra verso la maggioranza assoluta sembra non preoccupare più di tanto Gentiloni che commenta: “Il centrosinistra è una coalizione vincente. Il Pd può essere il primo partito per vari motivi. Prima di tutto per quello che rappresentiamo e per il lavoro che abbiamo svolto durante questi anni. La prova? L’Italia ci ha dato fiducia.”

Con il cosiddetto Rosatellum bis quest’anno cambiano i giochi. Si andrà a votare con la nuova legge elettorale che prevede un sistema misto maggioritario e proporzionale. Questo significa 232 collegi uninominali per la Camera e 116 per il Senato con ognuno il proprio vincitore.

A questo punto, Fazio chiede se è possibile un’alleanza con Berlusconi o con le formazioni di sinistra. “Ci sono tre opzioni sul tavolo: ognuno è libero di scegliere.” Poi ritornando al discorso sul suo partito: “Nessuno negli altri schieramenti politici ha una squadra di governo minimamente comparabile a quella del Pd.”

Dopotutto Gentiloni è orgoglioso della legislatura che sta giungendo al termine. “Nonostante le tante difficoltà, il centrosinistra ha dimostrato di farcela.” Infatti il Premier ha mostrato soddisfazione per aver raggiunto una parte degli obiettivi prefissati dalla sinistra riguardo diritti e immigrazione.

Per quanto riguarda la stabilità del Paese, durante il faccia a faccia con Fazio, ha difeso a spada tratta l’Italia: “Anche Germania, Spagna, Portogallo, Belgio, Olanda e altri hanno problemi del genere.”

“Ho riportato serenità in politica e in Italia”

“Ho contribuito al rasserenamento generale del clima parlamentare. Un paese che litiga troppo – intendo tra i partiti politici – e che non riesce ad avere fattori di coesione su dei valori fondamentali sulla politica estera o sul sostegno di alcune battaglie di civiltà, è un paese a rischio. Ma comunque sono orgoglioso del lavoro fatto.”

Gentiloni su Trump e il dittatore nord coreano Kim Jong-un

“Kim Jong-un è un personaggio apparentemente folcloristico. Comunque dobbiamo essere consapevoli che una coesistenza pacifica è impossibile dai tempi di Sparta e Atene. Spero solo nel ruolo della Corea del Sud che ospiterà le Olimpiadi e che sia in grado di innescare un dialogo con la Corea del Nord.”

Abolizione del canone Rai?

Ritornando alla situazione attuale dell’Italia, si inizia a discutere dell’abolizione del canone Rai e a proposito Gentiloni sorprende: “Se riusciamo a far pagare di meno i nostri cittadini per il servizio pubblico sarebbe un fatto positivo, anche se questa proposta è già stata fatta dal segretario del Pd. Concentrerei questo pagare di meno sulle fasce sociali più deboli e a rischio, come in Inghilterra. Dopotutto l’esenzione dal canone in italia è molto limitata. Sono circa 100/250 mila i nuclei esentati in Italia. Sarebbe da estendere a famiglie composte da una sola persona, magari non abbiente.”

Un invito rivolto agli imprenditori e un messaggio di speranza ai giovani: “Investite nel Mezzogiorno”

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella qualche mese fa ha annunciato che la fine della legislatura sarebbe coincisa con la ripresa economica del Paese. Gentiloni infatti ribadisce: “Stiamo facendo uno sforzo indirizzato ai giovani, ma soprattutto a quelli del mezzogiorno che, insieme alle donne, rappresentano il problema principale nel mondo del lavoro dell’Italia. C’è un alto tasso di disoccupazione e l’occupazione proprio tra le donne è bassa. Investire nel Mezzogiorno non è mai stato così conveniente come lo è adesso.

Leggi anche