14 Dicembre 2017 - 13:01

Paolo Nespoli è tornato a terra: conclusa la missione VITA

Paolo Nespoli

Dopo 139 giorni in orbita si è conclusa questa mattina la missione dell’Esa più lunga degli ultimi 10 anni. Coinvolto anche il nostro Paolo Nespoli

Da quando Luis Armstrong ha messo piede per la prima volta sulla Luna, di piccoli passi per l’uomo ma grandi per l’umanità ne sono stati compiuti parecchi. L’ultimo, solo in ordine di tempo vede coinvolto anche l’astronauta italiano Paolo Nespoli che questa mattina, ha lasciato la navicella spaziale Sojuz M5 dopo 139 giorni tra le stelle.

Paolo Nespoli e la missione VITA: le nuove coordinate dei viaggi in orbita

Durante la missione più lunga dell’ultimo decennio voluta dall’Agenzia Spaziale Europea, Nespoli, insieme al comandante russo Sergeij Rijazankij e l’americano Randy Bresnik, si è prestato ad una serie di esperimenti volti al progresso scientifico: in particolare, si sono volute indagare le condizioni di vita di un essere umano fuori dal suo ambiente abituale, per vedere come il suo organismo si adatta alle condizioni di microgravità.

Paolo Nespoli, l’atterraggio e la fine della missione VITA

Le manovre di atterraggio sono iniziate questa mattina presto e si sono concluse solo poche ore fa sulla steppa innevata del Kazakistan. Nespoli è stato il secondo a lasciare la capsula: dalle prime immagini che sono arrivate via web, l’astronauta appare visibilmente provato, mentre è avvolto da una coperta che “attutisca” il contatto con la gravità ed una nuova temperatura. Alle 9.21 circa di questa mattina, la missione VITA si è ufficialmente conclusa dopo un atterraggio che ha avuto “la stessa potenza del passaggio di un Tir” come scrivono le prime agenzie.

Paolo Nespoli, “Dall’alto i problemi sembrano più piccoli”

Sul suo profilo Twitter Ufficiale, Astro Paolo, ha raccontato minuto per minuto la sua esperienza, attraverso sorprendenti TimeLaps notturni.

L’ultimo risale proprio ad otto ore fa, quando Paolo ha scritto: “Ci Vediamo sulla Terra“; tornato a casa magari Paolo deciderà di tornare a raccontare la sua esperienza di uomo tra le stelle come ha già fatto in “Dall’Alto i problemi sembrano più piccoli”.