Parler Trump Impeachment

Dopo la decisione di Amazon, Apple e Google di bloccare l’accesso del social ai loro server, Parler, l’app dei fan di Trump, scompare dalla Rete

Parler, l’app popolare tra i conservatori e l’estrema destra americana, è scomparsa dal web. E’ accaduto nelle ultime ore, dopo che Google, Apple e Amazon hanno deciso di rimuovere dai loro server l’applicazione alternativa a Twitter.

Potrebbe interessarti:

Le controversie della nuova App

Amazon aveva trovato 98 post di incoraggiamento alla violenza sulla rete social e, insieme a Google, aveva avvertito l’azienda che avrebbe perso l’accesso ai suoi server se non fosse stata capace di moderare i messaggi dei suoi utenti. Secondo il sito specializzato nel monitoraggio di internet Down for Everyone Or Just for Me, Parler è risultata disattivata da poco dopo la mezzanotte ora statunitense, ciò significa che i suoi proprietari non sono riusciti a trovare nessun altro fornitore del servizio.

La replica della piattaforma social

Dopo la recente cancellazione del profilo di Trump da Twitter, con i suoi 89 milioni di follower, questo sconosciuto social ha cominciato a far parlare di sé dando voce a teorici della cospirazione, estremisti di destra, radicalizzati. e i due figli presidenziali: Eric e Don Jr. Lanciato nel 2018, Parler si è rivelato particolarmente popolare tra i sostenitori del presidente.

L’ad della piattaforma, John Matze, ha denunciato l’oscuramento definendolo “un attacco coordinato da parte dei giganti della tecnologia per annientare la concorrenza sul mercato. Abbiamo avuto troppo successo troppo velocemente”, ha scritto in un post.

Il social rivendica più di 12 milioni di utenti in tutto il mondo, tra cui anche Matteo Salvini, di cui 8 milioni negli Usa.

Letture Consigliate