piero angela vieni da me
Screen dall'intervista a Che tempo che fa

Compie oggi 92 anni uno dei personaggi più amati, nonché il più importante (e attendibile) divulgatore scientifico italiano: Piero Angela

92 anni, intelligenza brillante, curiosità viva, parlantina allegra e umorismo sottile e sagace. Queste alcune delle innumerevoli peculiarità di uno dei personaggi televisivi più amati dagli italiani: Piero Angela. Con Superquark, il conduttore ha attraversato la storia del nostro paese negli ultimi decenni. Ricordiamo, ad esempio, l’atterraggio del primo uomo sulla luna, che il buon Piero ha simulato nel suo studio. Ricordiamo poi la passione per la storia, la medicina, la psicologia, tutte affrontate insieme ad illustri studiosi ospiti del famoso programma. Per non parlare della lotta contro le fake news: nel 1989 ha fondato il CICAP, il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze. Si tratta di un’associazione di promozione sociale, scientifica ed educativa, che promuove un’indagine scientifica e critica nei confronti delle pseudoscienze, del paranormale, dei misteri e dell’insolito con l’obiettivo di diffondere la mentalità scientifica e lo spirito critico.

Potrebbe interessarti:

Nonostante una veneranda età (classe 1928), l’amato conduttore continua a far invidia, per sagacia e intelligenza, a molti altri personaggi più giovani. Non ha mai nascosto di come la curiosità sia alla base di un mente sempre lucida. La voglia di imparare, di formulare idee nuove, di criticare quelle esistenti, è il motore per restare vivi. Anche durante la pandemia che il mondo sta vivendo, con la fiducia che è capace di generare nei suoi ascoltatori, con la semplicità delle sue spiegazioni, ha raccontato come il virus funziona e si è dichiarato favorevole (ovviamente) alla somministrazione del vaccino. In un’intervista a Rai Premium ha parlato del suo nuovo programma “Prepararsi al futuro“, in onda in seconda serata su Rai Premium, in cui si svolgo conferenze e incontri tra studenti e illustri personaggi del mondo scientifico.

Anche per lui, il compleanno sarà sui generis: un semplice pranzo con la moglie, senza gli affetti più cari tra cui il figlio Alberto, ma in compagnia del regalo di un amico (racconta nell’intervista): un tartufo bianco.

Letture Consigliate