prima puntata

Prima puntata con “sbotto”. La versione vip del Grande Fratello non convince e annoia pubblico e concorrenti. Una diretta fiume che si prolunga oltre i limiti dell’umana sopportazione e che alla fine porta persino la conduttrice Ilary Blasi a sbottare in diretta

[ads1]

Potrebbe interessarti:

19 settembre 2016, ore 21:10, si apre su Canale 5 la prima edizione del Grande Fratello Vip. A sentire la voce fuori campo che ripercorre la storia della trasmissione, sembra quasi che si stia per assistere ad un pezzo di storia…non della trasmissione ma proprio dell’umanità. L’inizio della prima puntata è un viaggio nei ricordi, con i momenti salienti della storia del GF “tradizionale”, ci è mancata solo la musica di “2001 – Odissea nello spazio” per rendere l’idea della solennità del momento. Si entra in studio, e ad accoglierci è la padrona di casa, Alessia Marc…..no aspettate! A guardarla meglio…si, quella è Ilary Blasi! Forse per adeguarsi alla storica conduttrice del programma si è “marcuzzizzata“? Probabile…fatto sta che confonderle è davvero facile: stessi capelli biondi mossi, stessa postura, stessa cartellina da conduttrice in mano. Un clone ben riuscito insomma.

I concorrenti

Senza soffermarci sul cast, di cui avevamo già anticipato i membri, quello che lascia perplessi è la violenza che in questo caso è stata perpetrata ai danni dei poveri spettatori. Perché4 ore e più di diretta non possono essere classificati in altro modo se non come “violento sopruso. Certo, ormai la Tv offre varie possibilità, i canali sono decine, si poteva tranquillamente cambiare canale. Ma siamo certi che la lunghezza della prima puntata andata in onda ieri abbia sfiancato anche gli appassionati, anche coloro che si sono sintonizzati in attesa di rivedere il proprio idolo dopo anni di assenza dalle scene. Lo scopo dei concorrenti vip, in effetti, è proprio quello di tornare alla ribalta, il tutto nel modo più facile: impersonando se stessi.

Ci sono personaggi che sono lì perché nella vita fanno veramente “qualcosa”, come nel caso di Clemente Russo, che ha avuto appena il tempo di disfare la valigia di ritorno da Rio che ne ha dovuto subito riempire una nuova. E forse l’unico che non ha bisogno di recitare una parte. Ma gli altri? E’ stato, sinceramente, molto triste sentire ancora, dopo tredici anni dalla sua partecipazione a Uomini&Donne, il 42enne Costantino Vitagliano parlare di sé in terza persona. In terza persona? Nel documentario su Michelangelo Buonarroti che poi ieri sera ha preso il posto del GF, perchè a un certo punto il cervello implorava un atto di pietà, si sentiva il Papa Giulio II che si rivolgeva a Michelangelo parlando di se in terza persona. Forse Costantino lo ha fatto in omaggio al grande Papa? Mah!

Anche in questa versione vip gli autori, sempre innovativi (sarcasmo n.d.r.), hanno creato due ambienti distinti: uno comodo e uno sudicio, per mettere alla prova i concorrenti. Giustamente, ancora più delle persone comuni i vip sono abituati a lussuose abitazioni private e grandi alberghi, e dunque la trovata sarà parsa ancora più geniale agli autori. In effetti le reazioni delle prime donne del GF non si sono fatte attendere, con una Pamela Prati e una Valeria Marini inorridite da tanta lordura.

prima puntata
Ilary Blasi durante la prima puntata del GF Vip

Forse nessuna è mai andata in campeggio da piccola, o non ha mai fatto un viaggio zaino in spalla. Ad ogni modo, la presenza della versione sudicia della casa ha messo in moto il cervello della Prati, che a un certo punto ha pensato di farsi nominare dagli altri concorrenti per potersi così risparmiare una notte di sonno nella cantina della casa. Il punto è che invece di tenersi per se questa grande idea, ha palesato le sue intenzioni e ha suscitato le ire della conduttrice Ilary Blasi, che a un certo punto ha sbottato in diretta e ne ha dette di tutti i colori a Pamela. Ma poverina, non ce la prendiamo con lei. Forse non era arrabbiata, magari era solo stanca e voleva andarsene a dormire….come tutti.

Grazie al cielo la prima puntata è passata, ma ce ne saranno delle altre purtroppo. E allora viene spontaneo interrogarsi: perché? La vita dei vip (o sedicenti tali) è già sbandierata ai quattro venti su internet, che è una vera fogna a cielo aperto. Ma perché portare la loro vita all’interno di una realtà che poi inevitabilmente finisce col falsarla? Quella che vivranno all’interno della “casa” non è la quotidianità, perché manca la loro personale visione delle cose, mancano gli oggetti di cui si servono ogni giorno, mancano anche gli affetti che li fanno andare avanti.

E allora cosa andiamo a vedere? Niente altro che Valeria Marini che interpreta Valeria Marini. Sono molto più veri gli show che seguono i vip nel loro quotidiano, che li filmano mentre compiono quello che farebbero normalmente senza le telecamere. Si spegne l’aura di irraggiungibilità che li circonda…e allora? Almeno si assisterebbe a qualcosa di reale sul serio. Certo, sono trasmissioni assolutamente inutili anche quelle, ma ormai la morbosità delle persone nei confronti delle vite degli altri ha raggiunto picchi talmente alti da spingere i network a proporre per forza programmi del genere per soddisfare la brama del pubblico. Si vive per sapere le cose degli altri, e ancor di più per far sapere le proprie, ormai.

Fidanzati che si offendono se la loro relazione non viene legittimata da una notifica di avvenuto svolgimento della stessa, e vip che vedono confermato il proprio status di persone importanti dall’ingresso in una casa piena di telecamere. Ma se Stefano Bettarini ha smesso di fare il calciatore per limiti di età e ora non sa che fare, non poteva investire i lauti proventi della sua carriera nello sport e comprarsi un palazzo a Milano per poi campare di rendita e godersi la pensione anticipata al caldo sole delle Bahamas? No, è meglio arrancare nel sovraccarico mondo dello spettacolo italiano, è più divertente.

[ads2]

Letture Consigliate