Reddito di residenza: il bando per salvare i “paesi fantasma”



Reddito di Residenza Molise
Immagine da Pixabay

Nasce in Molise il bando per il reddito di residenza che corrisponde 700 Euro mensili a chi decide di comprare casa o aprire un’attività in uno dei 136 “paesi fantasma”

In Molise almeno 100 comuni su 136 contano un numero di abitanti inferiore alle duemila unità: poche le attività commerciali e, soprattutto, mosche bianche i giovani che al più sono costretti a trasferirsi per cercare fortuna altrove. Nel tentativo di ripopolare paesi che altrimenti, tra qualche anno, rischierebbero di sparire, la giunta presieduta da Donato Toma pubblicherà il prossimo 16 Settembre sul bollettino della Regione Molise il bando per l’assegnazione del cosiddetto Reddito di Residenza.

Cos’è e come funziona

Il reddito di residenza attiva prevede l’erogazione di 700 Euro mensili (su un fondo di un milione vincolato e autorizzato dal Ministero dello Sviluppo) a chiunque decida di comprare casa o fondare un’attività commerciale per almeno cinque anni. L’iniziativa partirà dal Comune di Pizzone (300 abitanti) e se dovesse funzionare, presto interverrà a salvare altre perle dell’entroterra molisano.

Per la presentazione della domanda volta ad ottenere il sussidio ci saranno 60 giorni di tempo, trascorsi i quali partiranno i controlli: è necessario infatti verificare che il trasferimento in Molise sia davvero attivo:

“Contiamo molto su questo progetto” ha dichiarato Toma Il nostro è un territorio che merita di più, servono infrastrutture. E’ un’iniziativa che risponde alle esigenze di chi cerca un posto tranquillo dove andare a vivere ed è disposto a lasciare la città. Ci aspettiamo ospiti anche da altre Regioni”.

 

Leggi anche