Renzi contestato all’assemblea annuale di Confcommercio

Renzi contestato all'Assemblea annuale di Confcommercio

Matteo Renzi prima fischiato e poi timidamente applaudito all’assemblea annuale di Confcommercio: “Qualche fischio non mi spaventa; il bonus è giustizia sociale”

Matteo Renzi a Milano rivendica il bonus da 80 euro davanti ai fischi degli imprenditori riuniti durante l’assemblea annuale di Confcommercio e annuncia l’impegno a non aumentare l’iva nel 2017.

La prospettiva del mancato aumento dell’iva ha permesso a Renzi di incassare anche gli applausi della platea e ha dichiarato: “Grandissimo rispetto per chi ritiene gli 80 euro una mancia elettorale, sono contento di averli dati. È una valutazione che rispetto – ha detto il presidente del Consiglio prima di ribattere ai commercianti – Che non fossero apprezzati da voi lo sapevamo da tempo ma che fossero una misura di giustizia sociale verso gente che non guadagna 1500 euro al mese lo rivendico con forza. Fischiatemi pure, ma la politica deve essere con la P maiuscola”.

Di fronte al presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, che denuncia una ripresa “Senza slancio né intensità”, Renzi rivendica poi il fatto di aver rimesso in carreggiata un Paese che sta ripartendo come dice anche in un videomessaggio il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.