Salvini come Trump, la ricetta per uscire dalla crisi è made in USA

salvini

Tasse basse e operazioni in deficit. Ecco cosa Salvini vuole copiare dal Presidente Trump che con le sue misure ha rilanciato l’economia USA

Matteo Salvini come Donald Trump. Il Ministro degli Interni, nel corso della sua visita negli States, ha avuto modo di studiare da vicino quello che è il suo modello da anni e ora vorrebbe riproporre nel nostro Paese la medicina alla crisi che il Presidente USA ha somministrato al suo.

Tasse basse e spesa in deficit. Tutti gli esperti hanno concordato sul fatto che l’abbassamento della pressione fiscale dal 35% al 21% alle aziende americane sia stato uno dei fattori della crescita del PIL oltre i 3 punti. Le aziende americane hanno effettivamente ripreso a lavorare e sono più libere di investire.

Purtroppo però non è tutto oro quel che luccica. Se da un lato è vero che l’economia USA ha subito un notevole impulso dalla più leggera pressione fiscale, è vero anche che la spesa pubblica è aumentata fino a portare il deficit a livelli stratosferici. Trump e il suo staff non sono preoccupati di questo dato ma l’impressione è che a pagare saranno le generazioni future di giovani americani .

Salvini poi non considera un fatto che a molti può sfuggire, ma è un punto decisivo. Modello USA e modello Italia non sono paragonabili in alcun modo. Negli Stati Uniti la sanità è privata e per una visita e un ecografia si può arrivare a pagare anche migliaia di dollari e spesso per andare all’università i giovani devono aprire conti salati che saranno costretti a ripagare con pesanti colpi sui loro primi stipendi. Il rischio dei neonati americani è quello di avere tra 20 o 30 anni una ipoteca sulla loro intera vita senza aver fatto nulla, solo per ripagare una fetta del debito che sta producendo la classe dirigente di oggi.