29 Dicembre 2021 - 09:22

Oggi è San Davide: la sua storia in breve

San Daviide

“Santo e peccatore, perseguitato e persecutore, vittima e carnefice”, così Papa Francesco descrive la figura di San Davide, celebrato oggi dalla Chiesa cattolica

Il 29 Dicembre di ogni anno, la Chiesa cattolica ricorda e celebra la figura di San Davide. “Santo e peccatore, perseguitato e persecutore, vittima e carnefice”, così ne parla Papa Francesco, e questa sostanziale dualità ne chiarisce l’essenza più pura.

La sua, infatti, è una vera e propria parabola ascendente che corre lungo tutte le Sacre Scritture: inizialmente descritto come l’eroico pastorello, il gigante filisteo che sconfigge Golia, San Davide diventerà quindi profeta e sapiente sovrano di Israele dal 1000 al 960 a.C.

La dinastia di Davide, nome di derivazione ebraica che significa “diletto”, è una delle più longeve andata avanti fino all’esilio babilonese. Lo stesso Gesù, nelle Sacre Scritture, viene in più di un’occasione definito “figlio di Davide”.

Tra le conquiste del re di Israele ricordiamo senz’altro la presa di Gerusalemme, che venne proclamata capitale del regno e presso la quale Davide trasportò l’Arca dell’Alleanza.

Gli altri Santi del Giorno

Non solo San Davide, il 29 Dicembre la Chiesa Cattolica celebra anche San Tommaso Becket, il Beato francescano Gerardo Cagnoli e il Beato Francesco Ruiz, Martire mercedario.