Cornuti, oggi è il vostro giorno



san martino

Cornuti, oggi è il vostro giorno. L’11 novembre infatti si celebra San Martino, considerato protettore del rispetto e dell’amore coniugale. Ecco la sua storia

Cornuti, oggi è il vostro giorno. L’11 novembre si celebra infatti San Martino, che oltre ad essere generoso con i poveri e gli ultimi, era anche un difensore dell’amore coniugale e della fedeltà. Molti gli episodi che si raccontano in merito alle imprese di Martino di Tours, famosissimo quello del mantello, di cui lui si privò per metà per donarlo ad un povero e ripararlo dal freddo. Ma tra leggende e testimonianze storiche San Martino è entrato nella tradizione popolare ed è diventato il simbolo di molte feste e celebrazioni.

Ma i cornuti in che modo sarebbero stati supportati da Martino di Tours? Ci sono tre ipotesi in merito. La prima riguarda le feste pagane che si svolgevano nei giorni a cavallo dell’11 novembre, in cui pare che il tradimento fosse all’ordine del giorno e le persone si lasciavano andare all’euforia dei festeggiamenti. Poi, la seconda ipotesi, la più banale, riguarda il numero 11 che ricorderebbe la forma delle corna. Mentre ce n’è un’altra che si riferisce ai giorni in cui si svolgevano le fiere del bestiame e quindi le corna sarebbero quelle degli animali ma anche quelle di coloro che partivano per le fiere e lasciavano le mogli libere di lasciarsi andare alla lascivia.

Ma un particolare episodio riguarda direttamente Martino di Tours. Pare che un soldato, folgorato dalla sua saggezza e dalla sua bontà, avesse deciso di seguirlo e di vivere con lui in totale meditazione e castità. Solo che il soldato era sposato, e la moglie di lui iniziò subito a consolarsi per la perdita dell’amato coniuge. Fu proprio Martino, allora, che convinse il soldato a tornare dalla moglie e a rispettare i valori dell’amore coniugale.

Oggi tra social, chat, siti di incontri e cellulari segreti, tradire è diventato più facile. Ma adesso i cornuti sanno a quale santo votarsi!

Leggi anche