Sciopero di Trenitalia: le modalità



Sciopero di Trenitalia

Sciopero di Trenitalia. Disagi per gli utenti a partire dalle 21 di stasera. Le modalità e tutte le informazioni utili nell’articolo

Questa volta, come molti utenti ci hanno testimoniato, lo sciopero di Trenitalia è stato annunciato attraverso gli altoparlanti delle sue stazioni.  I viaggiatori non si ritroveranno a subire l’ennesima doccia fredda che tante volte ha scatenato vere rivolte di massa tra coloro che si recavano a prendere il treno e si ritrovavano a non poter andare a lavoro o a compiere un viaggio programmato da tempo.

Lo sciopero di Trenitalia partirà dalle 21 di oggi per terminare alla stessa ora di venerdì 30 settembre, con modalità che potrebbero variare a seconda delle tratte e delle disposizioni regionali emanate da Cub, Sgb e Cat, le organizzazioni sindacali che hanno proclamato l’astensione dal lavoro dei dipendenti. 

L’azienda fa sapere comunque che circoleranno regolarmente le Frecce e che garantirà il traffico regionale assicurando la copertura dei servizi per le fasce di garanzia, ovvero gli orari in cui si concentrano maggiormente studenti e pendolari, quelle che vanno dalle 6:00 alle 9:00 e dalle 18:00 alle 21:00, ma l’agitazione sindacale potrebbe incidere sulle corse precedenti e successive.

Lo sciopero di Trenitalia potrebbe avere inoltre modalità diverse in base alle Regioni. E’ il caso del Piemonte per il quale, ad esempio, è stata prevista la circolazione di ulteriori convogli in particolare sulle linee Torino/Milano e altre linee regionali. Per quanto riguarda alcuni treni Intercity o regionali, che però non rientrano tra quelli garantiti dalla collocazione all’interno delle fasce protette, essi potranno essere cancellati o vedere variato il consueto percorso.

Per essere certi di non recarsi in stazione a vuoto, è necessario informarsi precedentemente presso la biglietteria o ancora gli uffici deputati all’assistenza situati in tutte le stazioni. Sarà possibile, inoltre, rilevare lo stato del proprio treno, tramite il sito www.viaggiatreno.it.

 

 

Leggi anche