Serie B, gli anticipi: il Parma non scappa, poker pesante del Cesena



caso bari, playoff di serie b

Giornata insolita per la Serie B, con quattro anticipi al venerdì. La Cremonese è raggiunta al 94′, Gila-gol per la vittoria dello Spezia

4 anticipi di Serie B il venerdì. Un evento insolito che si è materializzato nel giorno dell’Immacolata e che ha visto l’inizio del diciottesimo turno del torneo cadetto.

Novara-Cremonese 1-1

Antipasto alle 12:30, che apre la giornata di Serie B, con la sfida che vedeva il ritorno di Tesser contro la sua Novara, che portò in Serie A nella stagione 2010/2011. Oggi allena la Cremonese ed è andato vicino a 3 punti che sarebbero valsi il primato momentaneo in classifica. Solo una sfortunata autogol di Claiton al 93′ ha impedito ciò che si stava concretizzando sul campo per i lombardi.

La Cremonese era passata in vantaggio al 44′ con Scappini, che su un cross dalla destra di Croce, salta più in alto di tutti e batte Montipò. I grigiorossi (oggi in tenuta bianca) si difendono bene e gestiscono il forcing del Novara. Ma i piemontesi, a 10 secondi dalla fine, trovano un insperato pari. Il belga Chajia si incunea in area e tira verso la porta di Ujkani, sulla traiettoria arriva la zampata di Claiton che segna. Ma sfortunatamente è nella sua porta ed è l’1-1 definitivo.

Si chiude così la partita, con la Cremonese che sale a 27 punti e perde una grande occasione. Dall’altra parte, il Novara sale a 23 e fa un piccolissimo passo in avanti.

Ternana-Parma 1-1

Il match più interessante degli anticipi di Serie B è quello del Liberati di Terni. I padroni di casa ospitano il Parma di D’Aversa, che ha la grande occasione di salire in vetta solitaria, in attesa del posticipo tra Bari e Palermo (a pari punti con gli emiliani) di domenica.

Occasione che però non viene sfruttata, nonostante il momentaneo vantaggio di Antonio Di Gaudio al 26‘ del primo tempo. L’ex-Carpi fa tutto da solo, prende palla, si accentra e fulmina Plizzari per l’1-0. Nella ripresa, arriva il forcing della squadra di Pochesci, a caccia del pari e che arriva al 76′. Tiscione, entrato nella ripresa, serve un assist per Luca Tremolada che con un tiro di prima intenzione, batte Frattali. Il secondo tempo vive di tante emozioni e il pareggio che ne esce fuori è tutto sommato giusto. Il risultato finale è 1-1.

Già detto del Parma che non allunga in classifica, passiamo alla squadra di Sandro Pochesci, che ottiene il 7° pareggio consecutivo e non si schioda dal terz’ultimo posto.

Cesena-Pescara 4-2

Al Dino Manuzzi, il Cesena vince una partita rocambolesca contro il Pescara di Zdenek Zeman. Succede tutto nel secondo tempo, quando gli abruzzesi si portano in vantaggio per 2-1. Fino a dieci dalla fine, quando si scatenano gli emiliani, che ribaltano e vincono 4-2.

Ma andiamo con ordine: il Pescara passa all’ora di gioco grazie a Benali, bravo a segnare sotto porta, con la complicità di Fulignati. Il pareggio arriva al 72′ con Jallow, ma la squadra di Zeman torna avanti quattro minuti dopo con Pettinari.

Castori non vuole perderla e manda in campo Moncini, che risulta essere il cambio decisivo. Appena entrato, il Cesena pareggia grazie ad una svirgolata di Brugman nella propria porta. Poi all’87’ è lo stesso Moncini a far esplodere il Manuzzi per il 3-2. Il Pescara perde la testa e Valzania viene espulso per un brutto fallo su Sbrissa. Il match si chiude al 96′ con il gol di Donkor in contropiede. In contemporanea, arriva il fischio dell’arbitro: Cesena 4 Pescara 2.

Per Castori è una vittoria pesante, che gli consente di uscire finalmente dalle zone calde e agguantare proprio il Pescara di Zeman a quota 21 punti. Per il boemo, panchina che inizia a traballare?

Spezia-Foggia 1-0

Il venerdì di Serie B si è chiuso con la vittoria dello Spezia ai danni del Foggia per 1-0.

Match winner del “Picco” è Alberto Gilardino, al suo primo gol da quando è in Liguria. Il Campione del Mondo 2006 segna al 31′ del primo tempo con un bel colpo di testa, su assist di Walter Lopez. Niente da fare per la squadra di Stroppa, che ha tenuto il pallino del gioco in mano ma non è riuscita a sfondare.

Il Foggia è così condannato alla terza sconfitta di fila e rimane nei bassi fondi della classifica con 18 punti. Lo Spezia sale a 23 e si issa al 10º posto.

Tra sabato e domenica il resto della giornata

Il turno di Serie B vedrà domani tutte le squadre in campo alle 15. Eccezion fatta per la sfida tra Salernitana e Perugia, che sarà in programma sempre domani, ma alle 14 per motivi di ordine pubblico. Si chiuderà domenica alle 17.30 con il big match tra Bari e Palermo, valevole per la vetta del torneo di B.

Leggi anche