Serie B: i risultati dei due posticipi della 19esima giornata



caso bari, playoff di serie b

La 19esima giornata di Serie B, si conclude con il pareggio tra Brescia e Cittadella e con la vittoria del Pescara sul Novara

Brescia-Cittadella

Allo stadio Rigamonti di Brescia, arriva il Cittadella per il primo posticipo domenicale della 19esima giornata di Serie B. Le squadre, distanti 7 punti, lottano per due obbiettivi diversi: i padroni di casa, reduci dalla sconfitta col Frosinone, cercano punti per allontanarsi dalla zona retrocessione, gli ospiti, vengono dal pareggio con l’Avellino e lottano per un posto nei playoff.

Mister Marino schiera il Brescia con un 3-5-2 mentre mister Venturato, sceglie per il Cittadella un 4-3-1-2.

La partita si sblocca al 21′ con il vantaggio dei padroni di casa: bel cross dalla destra di Bisoli per Caracciolo, sponda per Torregrossa che di sinistro trafigge il portiere spedendo il pallone in rete. Nel secondo tempo il Cittadella sfiora il pareggio al 50′ con Bartolomei che su una punizione da posizione defilata, colpisce la traversa della porta difesa da Minelli. Sei minuti più tardi arriva la rete che ristabilisce la parità che porta la firma di Iori: sugli sviluppi di un corner, il centrocampista ospite batte l’estremo difensore con un colpo di testa in tuffo.

Al 62′, il portiere ospite Alfonso, salva tutto deviando sul fondo l’incornata di Bisoli sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al minuto 71, Machin si invola verso la porta, conclude a rete ma trova ancora un prontissimo Alfonso a dirgli di no. Dopo 4 minuti di recupero, arriva il triplice fischio del direttore di gara: la partita termina sul risultato di 1-1. Il Brescia ha sfiorato più volte il raddoppio ma il portiere del Cittadella ha tenuto a galla i suoi. Con questo pareggio i lombardi salgono a 22 punti mentre i veneti a 29.

Pescara-Novara

La 19esima giornata di Serie B si chiude con il match tra il Pescara di mister Zeman che fino a questo momento non ha collezionato risultati molto positivi e che viene dalla brutta sconfitta di Cesena, e il Novara reduce dal pareggio interno con la Cremonese e posizionato a metà classifica.

I padroni di casa scendono in campo con il solito 4-3-3, mentre mister Eugenio Corini schiera la squadra con un 3-5-2.

Al minuto 22 della prima frazione di gioco, il Pescara passa in vantaggio con uno splendido tiro da fuori area di Brugman che batte Montipò, insaccandosi sotto l’incrocio. Nel secondo tempo, il Pescara va vicino al raddoppio al 80′, con Brugman che sfrutta la respinta della difesa avversaria sul tiro da fuori di Coulibaly, ma sfiora il palo.

All’82’, l’ex Salernitana Ronaldo, impegna Fiorillo con una conclusione da fuori ma l’estremo difensore della squadra di casa devia in corner. All’85’ è ancora Brugman ad andare viciano al raddoppio, con una ripartenza fulminea che si spegne con un tiro addosso al portiere ospite.

La partita si conclude con il risultato di 1-0, grazie al gran gol di Brugman nel primo tempo. Con a questi 3 punti, la squadra di Zeman sale a quota 24 in classifica, superando il Novara a quota 23.

 

 

Leggi anche