sospiro di sollievo

Sospiro di sollievo per Hillary Clinton. Per la questione delle email inviate dal suo contatto personale l’Fbi ha deciso di non incriminarla e in una nuova lettera al Congresso comunica la conclusione delle indagini

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Sospiro di sollievo per Hillary Clinton. A meno di 48 ore dal voto, con alcuni Stati che già stanno esprimendo la loro preferenza, e altri ancora in bilico, Donald Trump già gongolava al pensiero dell’incriminazione della sua avversaria. Ma ecco arrivare per lui una clamorosa e inaspettata doccia fredda: l’indagine sul mailgate è chiusa, l’Fbi ha riferito al Congresso che tutte le email sono state esaminate e non è emerso alcun illecito.

Questa seconda tranche di indagini è durata meno di una settimana, ma la candidata democratica ha veramente tremato questa volta, perché quello delle email era un argomento che il suo avversario aveva sempre usato contro di lei, e se c’è una cosa che gli americani non accettano del proprio Presidente sono le bugie. E così, con tutti i sondaggi che la danno favorita sull’avversario, l’ex Segretario si Stato può tirare un meritatissimo sospiro di sollievo, considerando che proprio il mailgate avrebbe potuto rosicare velocemente l’esiguo margine che la separa da Trump.

Ma credete che l’uomo dal parrucchino di paglia sia rimasto a guardare? Assolutamente no! Immediata la sua reazione e immediata una sua dichiarazione in proposito, che può tranquillamente essere annoverata tra le più esilaranti di questa farsesca campagna elettorale. Secondo Trump, infatti, quello americano “E’ un sistema truccato. E Hillary Clinton è protetta”. Non osiamo immaginare quello che potrà dire in caso di sconfitta!

[ads2]

Letture Consigliate