gloria guida

Gloria Guida compie gli anni. La queen delle commedie sexy oggi spegne 65 candeline, nonostante sembri che il tempo su di lei non sia mai passato

Si sa, il tempo passa per tutti. Con lo scorrere di giorni, mesi ed anni, in men che non si dica ci ritroviamo a guardare vecchie foto, di quando eravamo giovani, talentuosi e pieni di speranza. Ma la legge non è valida per tutti. Nella lista dei pochi eletti immuni allo scorrere delle lancette, oggi c’è Gloria Guida.

La regina della commedia sexy, oggi spegne 65 candeline, e lo fa con fascino e stile, qualità che l’hanno fin da subito contraddistinta sullo scenario delle attrici e cantanti di quell’epoca d’oro. Dalle celebri scene -oggi diremmo hot- della doccia in film come “La liceale” al matrimonio con Johnny Dorelli, lʼattrice italiana rientra tra le icone generazionali.

Gloria Guida compie oggi 65 anni (ma solo secondo la sua carta d’identità). L’attrice, volto (e corpo) simbolo della commedia sexy anni ’70, annovera nel suo lungo curriculum numerosi film cult che hanno segnato la storia del cinema italiano.

Un’attrice d’altri tempi

Nata a Merano il 19 novembre del 1955, Gloria Guida sarà a lungo nota al grande pubblico per la sua interpretazione nei vari film della saga “La liceale“, pellicole girate tra il 1975 e il 1979. Scene di semi-nudo, sguardi ammiccanti e lunghi capelli biondi la faranno presto tramutare in un’icona di stile e di sensualità senza pari. Altre pellicole del genere diventate celebri sono “L’affittacamere” e “L’infermiera di notte“.

Ma la Guida si dedica anche al cinema di genere, spesso con risvolti drammatici o intenti sociologici. Da “La ragazzina“, “La minorenne” e “Quell’età maliziosa” allo scandalo di “Avere vent’anni“, il film più censurato e controverso di Fernando Di Leo.

Con gli anni 80 arrivano i successi più commerciali come “Fico d’India“, “La casa stregata” e “Sesso e volentieri“. La svolta arriva con l’approdo a teatro. Oltre a conferirle un credito professionale più “istituzionale”, il palcoscenico le fa incontrare il suo futuro (e attuale) marito Johnny Dorelli. Dal 1988 si ritira progressivamente a vita privata, per seguire la famiglia e la figlia Guendalina avuta da Dorelli. Un esilio volontario durato quasi vent’anni. Nel 2008 la rinascita: ritorna sul piccolo schermo con una fiction su Canale 5 (“Fratelli Benvenuti“), sulla scia poi e alcune partecipazioni a programmi come “Io canto” e “Tale e quale show“,”Il mondo a 45 giri“, con Luca Barbarossa.

Insomma, una carriera (ed una vita) piena di successi, scaldata dall’amore di un pubblico che la ricorderà per sempre nei panni di un’innocente e bellissima liceale.