Teatro Lirico di Milano

Chiuso dal 1999, il Teatro Lirico di Milano riapre i battenti. Il restauro però avrebbe impiegato più risorse e tempo di quanto ipotizzato

Terminano ufficialmente i lavori del Teatro Lirico di Milano dedicato a Giorgio Gaber. Dopo anni di rinvii e oltre 16 milioni di euro impiegati per la monumentale opera di restauro, il teatro sarà finalmente aperto al pubblico. Stabilita la tabella di marcia per la grande riapertura, spiega l’assessore alla Cultura, Filippo Del Corno, presente, insieme all’assessore alla Sicurezza, Marco Granelli, all’inaugurazione: ‘Entro il 15 luglio consegneremo al gestore Stage Entertainment che dovrà provvedere alle finiture. E serviranno tre mesi per gli allestimenti‘. 

Potrebbe interessarti:

Il Lirico

Il Lirico permetterà agli amanti della musica lirica e del balletto di soddisfare le proprie esigente. Non solo musica, ma anche un’ambientazione suggestiva, il Teatro, infatti, vanta un’imponente torre scenica, oltre a un ristorante panoramico. La sala sarebbe stata pensata per accogliere 1.517 persone, ben 789 in platea, 505 in galleria, 120 in prima balconata e 36 nella seconda.

I ritardi

Notevoli i ritardi nella riapertura, stabilita nel 2017. Oltre quattro anni di ritardo per un restauro costato all’incirca 16 milioni. I lavori, ritardati negli anni per svariati motivi, hanno subito un’ulteriore battuta d’arresto a causa delle limitazioni imposte in seguito allo scoppio della pandemia. I lavori hanno così dovuto arrestarsi in modo da adeguarsi alle norme anti pandemia, che hanno fortemente penalizzato i luoghi dell’arte e della cultura.


Letture Consigliate