Terrorismo: un ‘pentito’ della Jihad fa scattare il blitz con 15 fermi

terrorismo

Palermo, grazie alle dichiarazioni di un ‘pentito’ della Jihad, scatta il bliz anti terrorismo. Fermate 15 persone

Un ‘pentito’ della Jihad, detenuto a Genova, ha deciso di svelare l’esistenza di una organizzazione criminale che gestiva il traffico di esseri umani.

“Vi sto raccontando quello che so perché voglio evitare che vi troviate un esercito di kamikaze in Italia” ha rivelato l’uomo agli inquirenti, facendo partire così l’operazione ‘Abiad’, coordinata dalla procura di Palermo, Trapani, Caltanissetta e Brescia.

Grazie alle sue dichiarazioni il blitz ha portato a ben 15 fermi.

L’organizzazione, specializzata in viaggi veloci verso la Sicilia, contrabbandava tabacchi e aiutava ad espatriare soggetti ricercati in Tunisia per reati legati al terrorismo.

Il traffico era molto attivo tra Tunisia e Mazara del Vallo. Fra gli arrestati ci sono anche due palermitani. Le accuse contestate sono quelle associazione a delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina e al contrabbando di tabacchi lavorati esteri.