UNESCO, riserve cinesi di uccelli inserite nel patrimonio mondiale

unesco

UNESCO nomina le riserve di Uccelli Migratori in Cina Patrimonio Mondiale. Gli esemplari sono stati iscritti nella lista dopo una decisione presa all’unanimità dal comitato

UNESCO amplia la fitta lista del Patrimonio Mondiale. Si tratta delle bellissime riserve ornitologiche cinesi degli Uccelli Migratori. Queste incredibili culle che ospitano esemplari di rara bellezza, sono collocate lungo la costa del Golfo di Bohai nel Mare Giallo.

La decisione è stata presa dall’UNESCO venerdì scorso, dai membri che ne compongono il comitato per il Patrimonio mondiale. La riunione si è tenuta a Baku, in Azerbaigian ed ha decretato il risultato finale con un giudizio pari ed espresso all’unanimità.

La scelta fatta dall’UNESCO ha suscitato la reazione di Cao Lubao, sindaco della città di Yancheng, sito delle riserve. “Essere parte della Lista del Patrimonio Mondiale non rappresenta solo un grande onore, ma ci investe di un numero maggiore di responsabilità”.

Le dichiarazioni di Lubao fanno riferimento al sistema di protezione messo a guado delle riserve, in via di rafforzamento per consentire un dispositivo di vigilanza il più severo possibile. “Questo traguardo mostra l’impegno irrevocabile della Cina nei confronti dell’ambiente ha detto Lubao senza nascondere estremo orgoglio per il riconoscimento ottenuto.

Gli uccelli Migratori sono così definiti perché sono volatili che compiono migrazioni in diversi periodi dell’anno. Questo affascinante fenomeno consta di due momenti. La prima migrazione avviene dopo lo svezzamento lo scopo di ricercare posti più miti e caldi. Una seconda avviene in età adulta e prevede la rotta inversa, quella verso i luoghi di origine.