vaccini open day
Immagine da Pixabay

L’infettivologo Matteo Bassetti spinge per togliere l’obbligo della mascherina a chi ha fatto i vaccini. E dice la sua anche sui richiami

Parole che non lasciano spazio ad altre interpretazioni. Quelle del direttore della clinica di malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, Matteo Bassetti, sono assolutamente d’urgenza. L’infettivologo, da sempre pieno sostenitore dei vaccini, accoglie con favore anche la possibilità di utilizzare tipi diversi fra prima e seconda dose, certificata da uno studio britannico. Tramite un’intervista a Repubblica e in un post su Facebook, il medico ha offerto altre soluzioni per il cammino vaccinale, tra cui togliere l’obbligo della mascherina.

Potrebbe interessarti:

Ci vuole un po’ più di coraggio e di iniziativa per dare segnali di ritorno alla normalità in sicurezza. Gli americani hanno levato le restrizioni e la mascherina per i vaccinati. Dobbiamo farlo anche noi: abbiamo il 30% della popolazione italiana che ha fatto almeno una dose. Dopo 20 giorni dalla prima dose leviamo obbligo di mascherina per chi è vaccinato. È un bel segnale per tutti, ma soprattutto per chi non lo vuole fare. Allunghiamo anche la durata del green-pass per i vaccinati a 12 mesi. Perché deve durare solo 6 mesi? Quali studi dimostrano con certezza che la protezione dura solo 6 mesi? La burocrazia italica e poca reattività di alcune istituzioni rischiano di uccidere la ripartenza.” ha dichiarato Bassetti in un’intervista.

L’infettivologo ha poi concluso: “Sapere che, qualunque vaccino io abbia fatto prima, posso comunque andare a fare un’altra prova e non cambia niente, anzi ho una buona risposta, penso sia importante. Io ero molto cauto su questo, infatti avevo detto ‘non mischierei i vaccini’, invece hanno mischiato e direi che hanno dimostrato che si possono mischiare. Mi pare un bel messaggio.

Letture Consigliate