Valentino, la rincorsa s’infrange sul muro spagnolo



valentino rossi

Umanamente non era possibile fare di più. Valentino Rossi ci ha provato, partiva ultimo, è arrivato quarto. Davanti è arrivato Lorenzo. Marquez non ha mai provato a superarlo. Peccato

Una nazione intera ha tenuto il fiato sospeso, ha incrociato le dita, mentre giro dopo giro si sperava che qualcosa potesse accadere. Nelle prime tre posizioni i piloti hanno dato vita a una parata, gli spagnoli hanno fatto squadra, a prescindere dalle scuderie d’appartenenza.

Solo Pedrosa, a un certo punto, ha provato a dare un sussulto a una gara che, Valentino a parte, è stata noiosa come una gara di macchine.

La sensazione è che se Valentino non fosse partito ultimo avremmo assistito a ben altro spettacolo. Questo è il vero peccato, probabilmente il pilota di Tavullia avrebbe perso lo stesso, ma resta lecito il rammarico di quanto non abbiamo asssistito.

Valentino, la rincorsa s'infrange sul muro spagnolo
Valentino, la rincorsa s’infrange sul muro spagnolo

Marquez non doveva dar fastidio a Lorenzo, per dare un senso al “trappolone” malese e così è stato.

Chi si aspettava maggiore sportività è rimasto deluso, invece lo spagnolo si è comportato da fido scudiero, ha protetto il connazionale fino all’ultimo giro, scortandolo fino al trionfo.

Nel dopo gara Lorenzo ammette che effettivamente gli altri spagnoli potrebbero aver fatto squadra per ragioni nazionalistiche.

Non ha risparmiato critiche Valentino che nel dopo gara è apparso visibilmente contrariato.

“È stato un giorno molto triste per questo sport” ha detto, “Avevo capito che sarebbe andata così”.

“Il grosso rimpianto è stato a Phillip Island, lì ho capito che le cose si stavano mettendo in questo modo”.

E rincara la dose quando dice che “È triste che Marquez si sia ridotto a fare da guardaspalle a Lorenzo…”.

Ciò che rimane di questo motomondiale è che Valentino Rossi, a trentasei anni, è ancora il pilota più forte di tutti, quello con maggiore classe e grinta; il decimo titolo mondiale è solo rimandato.

Leggi anche