Twitter @acspezia

Al Bentegodi si apre la 34^ giornata di Serie A con il Verona che si fa raggiungere nel finale di gara: Saponara entra e segna

Verona-Spezia apre le danze della 34^ giornata di Serie A e ragala subito delle soprese. Al Bentegodi finisce 1-1 e regala un punto fondamentale allo spezia di Italiano che interrompe la striscia di sconfitte. Verona che la sblocca nella ripresa ma si fa raggiungere da un provvidenziale Saponara.

Potrebbe interessarti:

La partita

Inizio di gara subito di grande intensità. Sono i padroni di casa a partire meglio con Lasagna che nei primi minuti semina il panico nella difesa dello Spezia. L’attaccante del Verona dopo appena 3 minuti porta in vantaggio i suoi ma il gol viene annullato dal Var per fuorigioco in fase di partenza dell’azione. E’ la squadra di Juric a fare la partita con lo Spezia che prova a giocare sulle ripartenze.

Su una di queste situazioni, Nzola riceve in area da Verde e segna con la mano: l’arbitro vede tutto e lo ammonisce. Pochi minuti più tardi è invece lo stesso Verde a provarci con il mancino dal limite con la palla che termina di poco fuori. Il Verona cerca di controllare il gioco e per buona parte del primo tempo ci riesce, creando anche diverse occasioni in velocità.

Al 26′, infatti, da una bella azione orchestrata da Zaccagni sulla sinistra, parte un cross sul quale si avventa Salcedo che costringe Provedel al miracolo per salvare il risultato. Scaligeri allora che aumentano la pressione per cercare di forare la difesa della squadra allenata da Italiano. Liguri che riescono a non farsi sorprendere, ma nel recupero rischiano grosso: punizione deviata in area e palla cha arriva sui piedi di Salcedo che colpisce il palo.

Per l’attaccante del Verona il riscatto arriva subito. Dopo 33 secondi dall’inizio della ripresa, infatti, l’ex Inter si fa trovare pronto in area sul cross di Lazovic e sblocca la gara. Lo Spezia cerca subito di non farsi schiacciare e aumenta i giri. Al 53′ Verde spreca una grande occasione dopo un errore difensivo del Verona.

Ospiti che sono più propositivi e al 65′ sfiorano il pareggio. Gyasi sfonda sulla sinistra e serve Nzola a centro area: Dawidowicz salva davanti alla porta. Partita che diventa meno fluida a causa anche delle difficoltà del Verona di imporre il gioco con lo Spezia che prova a giocare di rimessa. Nel finale però si invertono i ruoli con la squadra di Italiano che tenta il forcing lasciando al Verona spazi per ripartire.

All’82’ la sostituzione che cambia il match. Saponara entra al posto di Gyasi e dopo 4 minuti è decisivo sul lancio in profondità di Agudelo riportando in parità la gara. Ultimi minuti confusi, i padroni di casa subiscono il colpo a livello mentale e non riescono a reagire. Verona-Spezia dopo tre minuti di recupero termina 1-1.

Il tabellino di Verona-Spezia

Marcatori: 46′ Salcedo , 86′ Saponara

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Magnani (77′ Gunter), Dimarco; Faraoni, Sturaro (46′ Tameze), Barak, Lazovic; Salcedo (65′ Ilic), Zaccagni (60′ Bessa); Lasagna (60′ Kalinic). All. – Juric

Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Chabot, Ismajli, Marchizza; Estevez, Ricci (82′ Acampora), Maggiore (66′ Leo Sena); Verde (66′ Agudelo), Nzola, Gyasi (82′ Saponara). All. – Italiano

Letture Consigliate