Volkswagen: via alla rivoluzione elettrica 16 nuovi stabilimenti



Volkswagen

Volkswagen da il via alla rivoluzione dell’elettrico, nel 2022 16 delle fabbriche si dedicheranno alla produzione di auto elettriche

L’azienda tedesca Volkswagen punta tutto sull’elettrico. Sedici degli stabilimenti che attualmente producono auto a combustione verranno attrezzati per convertirsi alla produzione di veicoli elettrici.

Questi si sommeranno agli attuali 3, e che incrementeranno di molto la produzione. Una rivoluzione alla quale molte aziende stanno puntando, ma nessuna con una tale mole di investimento. Entro la fine del 2022 infatti verranno abilitati i 16 stabilimenti precedentemente scritti annunciati durante l’annuale conferenza stampa sul bilancio avvenuto da parte del CEO Matthias Müller.

Inoltre, l’azienda ha investito anche nei fornitori di batterie che andranno ad alimentare il nuovo parco macchine. Sono infatti già strette nuove collaborazioni con produttori europei e cinesi. I contratti toccano i 20 miliardi di euro.

Dal gruppo Volkswagen sono state presentate anche ulteriori novità, viste al Salone Internazionale dell’auto di Ginevra. Tra i quali Audi e-tron, I.D. Vizzion, nuovo membro e Porsche Mission E.

Müller inoltre afferma che dal 2019 si vedrà un nuovo mezzo a batteria ogni mese e che intendono offrire una più ampia flotta di veicoli elettrici nel mondo per tutti i Brand e in tutte le regioni nel minor tempo possibile.

Un’ulteriore conferma di queste decisioni prese dal colosso è la decisione di chiudere la produzione della attuale nuova Golf per sostituirla con un nuovo mezzo elettrico. Scelta che dimostra audacia vista la nota fama per il modello in questione.

Leggi anche