Emma amami
da youtube

Amami è il primo estratto dall’album “Schiena” di Emma Marrone. Nell’anno di pubblicazione, ovvero il 2013 diventa Platino ai Wind Music Awards. Ecco testo e significato

Amami è uno dei maggiori singoli di successo della cantante Emma Marrone. Terzo estratto dall’album “Schiena” viene pubblicato nel 2013 e nello stesso anno ottiene la certificazione di Platino ai Wind Music Awards. Scritto e composto dalla stessa artista, il brano è stato anche inciso in lingua spagnola con il titolo Amame, in duetto con David Bisbal.

Potrebbe interessarti:

Emma ha più volte dichiarato di essere molto legata a questo pezzo, nato di getto nel cuore della notyte, mentre era intenta a suonare la sua chitarra. Scriveva infatti così nel post di lancio: “È accaduto di notte, ho acceso la luce (non solo quella della lampada) e la mia chitarra ha fatto il resto, suonavo basso, è stata la cosa più naturale del mondo, ho buttato fuori quello che da tempo covavo dentro, una canzone.

Amami è infatti un brano di rinascita non soltanto sentimentale, ma anche artistica, nello stesso post Emma scriveva: “È nata Amami, è rinata Emma, un nuovo progetto, una nuova avventura, un mondo nuovo tutto per noi”. Un passo coraggioso che la consacra anche come ottima interprete rock, grazie al mood coinvolgente e ad una bella storia.

Il significato del testo

Quante volte abbia sperato che la notte portasse via il dolore? In attesa di tornare a respirare e sentirci finalmente liberi. L’amore che Emma urla in Amami non ha una esclusiva allusione amorosa, è anche e soprattutto un amore di risalva, di autostima, quella scintilla di rinascita di cui tutti abbiamo bisogno.

Ecco il testo di Amami

La notte porta via il dolore
Mi accompagna questa musica
Mi muovo col tuo odore
Bello come chi non se lo immagina
Aspetta qui e lasciami fare
Spegni ad una ad una anche le stelle
Al buio sotto voce si dicono le cose più profonde
Ed io mi sento bella come non mai
Come questo sole che ci illumina

Amami come la terra, la pioggia, l’estate
Amami come se fossi la luce di un faro nel mare
Amami senza un domani senza farsi del male
Adesso amami dopo di noi c’è solo il vento che porta via l’amore

Cancello con i tuoi occhi le mie fragilità
Rivivo nei tuoi sensi le voglie e la paura
L’istinto di chi poi non se lo immagina
La bellezza di chi ride e volta pagina
E conservo ad una ad una anche le stelle
Le tengo fra le mani le conto sulla pelle
E bocca contro bocca e sono l’unica
Sotto questo cielo che ci illumina

Rit.

E asciuga tutto quello che resta
Sono sogni incollati sulle ossa
E abbiamo appeso le ali
Viaggiamo dentro ai ricordi e poi restiamo da soli
Ma amami e dammi le mani le mani le mani
Rit.

Guarda il video di Amami

Letture Consigliate