Amnesia dissociativa, il disturbo che può colpire chiunque



amnesia dissociativa
immagine da pixabay

L’amnesia dissociativa, dai fatti di cronaca alla scienza. Ecco spiegata la causa di terribili (e a volte fatali) dimenticanze

Di fatti di cronaca del genere, ce ne sono a iosa. Capita spesso, durante l’estate, di sentire la terribile notizia di un bambino dimenticato in auto dai genitori. E capita allo stesso tempo di sentire che lo stesso bambino non ce l’ha fatta. L’indignazione e lo sconcerto pervadono l’opinione comune ma, per fortuna o purtroppo, c’è una spiegazione scientifica per questo terribile accaduto. La causa per cui un genitore può dimenticarsi il proprio figlio nell’auto sotto al sole ha un nome: amnesia dissociativa. Vediamo di cosa si tratta.

L’amnesia dissociativa, le caratteristiche

Si tratta di un disturbo della mente che comporta una perdita della memoria retrospettiva. Tutto questo è causato da un trauma o da una forte condizione di stress che portano, per l’appunto, ad una dissociazione della mente. Certi eventi, ma anche attività, che comportano uno stress psico-fisico e che normalmente sono integrati nella mente, vengono scissi. In questo modo, la mente sconnette alcuni elementi “disturbatori” al fine di salvaguardare la propria salute.

Ci sono diversi tipi di amnesie dissociative. Alcune persone in seguito a forti traumi quali lutti, violenze sessuali, stress finanziari, tendono a non ricordare più nulla dal momento in cui tutto è iniziato. In altri casi, invece, improvvisamente qualche elemento biografico o della propria routine viene rimosso per poi ritornare bruscamente anche dopo ore di tempo.

La cura

Sebbene gli studiosi siano a conoscenze di gran parte delle caratteristiche dell’amnesia dissociativa, una cura effettiva non esiste. La pratica più comune, nonché più utile, è il ricorso a sedute di psicoterapie che potrebbero prevedere l’utilizzo di ipnosi e farmaci come coadiuvanti.

Diffusione

Probabilmente, l’amnesia dissociativa è un disturbo sottodiagnosticato. Al momento, si stima che dal 2% al 6% ne soffra, ma la percentuale potrebbe alzarsi. Questo perché non sempre, fortunatamente, le amnesia comportano tragici fatti di cronaca (come il fenomeno dei bambini dimenticati in auto).

 

Leggi anche