Sassuolo
Foto: Twitter Sassuolo

Il Sassuolo torna alla vittoria con una prova positiva: calcio di qualità e organizzazione. Al Benevento non bastano i contropiedi. Raspadori attivo e sprecone, Consigli super

Il Sassuolo gioca senza pressioni, ma con la stessa voglia di vincere e convincere, nonostante non lotti più per nulla in questa stagione di Serie A. Questa mentalità fa la differenza e fa apprezzare molto il lavoro di De Zerbi. Il Benevento cerca importanti punti per la salvezza e rispetta molto gli avversari, ma esce dal campo sconfitto.

Potrebbe interessarti:

Il primo tempo è poco vivo e le due squadre creano poche occasioni da gol, tranne qualche fiammata. Il Sassuolo tiene il pallino del gioco, con il solito Locatelli a gestire i tempi, mentre i campani si limitano alle ripartenze in contropiede. Maxime Lopez spreca la prima palla gol, calciando fuori da buona posizione, al termine di una bella azione corale.

I neroverdi sono maestri della costruzione dal basso e mostrano una grande pulizia nelle giocate. A fine primo tempo una fiammata di Boga sblocca il match, saltando due uomini e causando l’autogol di Barba.

Raspadori si muove sempre bene tra le linee, creando pericoli alle spalle della difesa del Benevento. Inzaghi si affida a Lapadula per cercare di punire il Sassuolo in contropiede e l’attaccante peruviano si attiva subito. Consigli si fa trovare sempre presente e respinge le offensive rivali.

Unico neo del Sassuolo sono i tanti gol sprecati, in particolare da Raspadori e Djuricic, che dal limite dell’area non inquadrano lo specchio della porta. Boga spacca la traversa al 67′, con un sinistro potente dopo una giocate delle sue. Continua il valzer dei gol sbagliati, che macchiano l’ottima prova del giovane attaccante del Sassuolo. Nel finale Consigli si supera con un intervento da “gatto”.

Benevento Sassuolo 0-1: risultato e tabellino

MARCATORI: 45′ aut. Barba (S)

BENEVENTO (3-5-2): Montipò; Tuia (65′ Caprari), Glik, Barba; Improta, Hetemaj (58′ Letizia), Schiattarella (65′ Viola), Ionita, Depaoli; Gaich (76′ Iago Falque), Sau (58′ Lapadula). A disposizione: Manfredini, Lucatelli, Caldirola, Pastina, Tello, Dabo, Insigne. Allenatore: Filippo Inzaghi

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Muldur (77′ Toljan), Marlon, Ferrari, Kyriakopoulos (77′ Rogerio); Magnanelli (69′ Obiang), Locatelli, Djuricic (82′ Chiriches), Lopez (69′ Haraslin), Boga, Raspadori. A dispozione.: Pegolo, Turati, Peluso, Oddei, Bourabia, Karamoko. Allenatore: Roberto De Zerbi

ARBITRO: Valerio Marini di Roma

NOTE: AMMONITI: Ferrari (S), Bianco collaboratore tecnico (S) al 16′ per proteste, Tuia, Schiattarella, Caprari (B), Foggia (B) al 33′ per proteste.

Letture Consigliate