Brexit, accordo raggiunto tra Ue e Gran Bretagna

Brexit

Brexit, accordo raggiunto tra Gran Bretagna ed Europa. Il prezzo del divorzio dall’Ue oscilla dai 40 ai 60 miliardi di euro. C’è intesa fra May e Juncker

Dopo mesi di incontri e negoziati, l’accordo finanziario tra Londra e Bruxelles sull’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea è stato raggiunto.

Questa mattina, la premier inglese Theresa May e il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker hanno dichiarato di aver firmato un documento di 15 pagine che consentirà di procedere alla prossima fase. Ovvero quella che riguarda le future relazioni commerciali (e non solo) tra britannici ed Europa.

Il prezzo del divorzio dall’Ue oscilla dai 40 ai 60 miliardi di euro

Come scriveva il Financial Times qualche settimana fa, il Regno Unito si è inchinato alle richieste dell’Unione europea. Già, perché il prezzo del divorzio da Bruxelles va dai 40 ai 60 miliardi di euro.

Comunque, sin dall’inizio, il governo di Londra ha promesso di assumersi le proprie responsabilità e di essere disponibile a pagare fino a 100 miliardi di euro per uscire dall’Ue.

L’intesa fra May e Juncker

“È stato un negoziato difficile, ma ora abbiamo una prima svolta. Sono soddisfatto dell’accordo equo che abbiamo raggiunto con la Gran Bretagna”, ha annunciato Juncker. “Abbiamo lavorato duro. Non è stato facile per nessuno”, dice la May.

L’intesa fra il presidente e la premier assicura e continua a difendere i diritti di oltre 3 milioni di cittadini europei nel Regno Unito e di circa 1 milione di britannici in Europa.

Alla fine, Juncker non ha nascosto il suo dispiacere per la decisione presa da Londra per quanto riguarda la Brexit. Ma ora si guarda al futuro. La Gran Bretagna sarà ufficialmente fuori dall’Europa nel marzo 2019. E fino al prossimo anno occorrerà lavorare sui futuri rapporti tra Londra e Bruxelles, fondamentali non solo per il commercio, ma anche per imprese, banche ed investitori, che necessitano di certezza e stabilità.