Centrodestra, la Lega si prende definitivamente la leadership



Centrodestra totalmente a trazione leghista. Dopo l’annuncio per le regionali il partito di Salvini si prende sempre più lo scettro della coalizione

Ci sono voluti ben due incontri per discutere delle più svariate questioni ma alla fine la Lega è riuscita definitivamente a spodestare FI nella guida del centrodestra.

Il via libera su Foa e il ritorno di fiamma in vista delle regionali – dove la coalizione si presenterà compatta praticamente ovunque – consente al partito di Salvini, di recente graziato sulla questione dei 49 milioni di euro, di tramutarsi in un qualcosa di estremamente particolare nell’assetto partitico italiano.

Infatti, al netto della forte presenza tanto a livello politico (con il governo) quanto a livello partitico (soprattutto in termini di coalizione e consenso elettorale), la schiera leghista si presta a diventare un ibrido tra un partito rilevante ed un partito dominante.

Se da un lato la Lega diventa indispensabile per la tenuta dell’attuale governo Conte, dall’altro è l’ago della bilancia della coalizione di centrodestra con tanto di potere di disfare tutto in pochi attimi.

L’osservazione in questione, di per sè rilevante se si intende comprendere la particolarità del fenomeno nell’anno in corso, mette in evidenza un nuovo ritorno dell’elettorato alla leadership forte ed un’ulteriore trasformazione del sistema partitico italiano.

Il primo elemento è riscontrabile in tutto e per tutto nel significante vuoto (filosoficamente parlando) Salvini che raccogliendo le più svariate richieste da ogni angolo del Paese rimanda una proiezione distorta della realtà.

Le conseguenze di questo dato sono estremamente visibili nell’ennesimo stravolgimento del sistema partitico, tornato ad un forte bipartitismo traverstito da bipolarismo (o viceversa).

Con la mossa a sorpresa delle regionali, difatti, la Lega ha mostrato di essere il motore portante dell’intero assetto di centrodestra e, allo stesso tempo, un’organizzazione che, attraverso il suo appeal sempre crescente, può mettere in difficoltà qualsiasi tipo di concorrente, compresi quelli presenti in maggioranza.

Leggi anche