cream tart

M di mamma! La mia cream tart per celebrare la donna più importante della vostra vita nel giorno della sua festa

Volete realizzare un dolce originale e moderno per fare colpo sulle vostre mamme e lasciarle senza parole? Oggi, vi propongo una torta che da diverso tempo spopola sul web e nel mondo della pasticceria. Mediamente facile, estremamente golosa e avvolgente, la cream tart sarà il connubio perfetto tra bellezza e sapore.

Potrebbe interessarti:

Vi presento una cream tart a forma di M, come mamma, ispirandomi alla sua creatrice, la pasticcera israeliana Adi Klinghofer. Una base di biscotto sablè alle mandorle, una delicata crema al mascarpone e tutto il vostro amore.

Ingredienti per la frolla sablè alle mandorle:

  • 375g di farina
  • 325g di burro freddo tagliato a cubetti
  • 135g di zucchero a velo
  • 75g uova intere
  • 45 g polvere di mandorle
  • 3g di sale
  • semi di 1/2 bacca di vaniglia

Nella ciotola di una planetaria, munita di foglia, mettiamo la farina con il burro freddo e lasciamo lavorare la macchina fino a che il composto non sarà sabbioso. In alternativa a mano strofinando con i polpastrelli il burro con la farina.

A questo punto uniamo le polveri in sequenza: zucchero, il sale, la polvere di mandorle e in ultimo le uova.

Lavoriamo la frolla ancora per pochi minuti…dobbiamo evitare che sviluppi troppo glutine e diventi poco friabile.

Compattiamo il tutto leggermente con le mani e lasciamo riposare in frigo la frolla almeno un’ora.

Trascorso il tempo di riposo, tiriamo fuori il panetto dal frigo e dividiamolo in due parti. Da ogni metà ricaveremo una “M”. Stendiamo le due metà, separatamente, con l’aiuto di un mattarello, ad uno spessore di 3-4 mm.

Ora siamo pronti a dare la forma di M alla nostra frolla. Cliccando qui potrai stampare e ritagliare la forma che ho utilizzato io.

Appoggiamo la sagoma sulla frolla e ritagliamo con un coltellino a lama liscia le nostre due “M”.

Ogni “M” va tenuta 10 minuti in congelatore prima di essere infornata a 150° per 10 minuti.

tappetino microforato

Per il frosting al formaggio:

  • 250g di formaggio spalmabile
  • 250g mascarpone
  • 50g di zucchero a velo

Il frosting si prepara in un minuto mettendo tutti gli ingredienti insieme e montando in planetaria oppure con un frustino elettrico.

Lo lasciamo un pò in frigo prima di essere utilizzato cosi avrà il tempo di compattarsi. In questo modo sarà in grado di reggere meglio il peso dello strato superiore e di mantenere la forma risultando anche più bello da vedere.

Montaggio:

Per assemblare la nostra cream tart iniziamo mettendo il frosting in una sac a poche dotata di bocchetta da 1cm di diametro.

  1. Disponiamo il primo strato di biscotto su un piatto e farciamo con una serie di spuntoni di frosting (vedi foto)
  2. Copriamo con lo strato superiore e ancora con il frosting.
  3. A questo punto decoriamo a piacere.

Io ho scelto fragole fresche, meringhe, marshmallow, zuccherini e qualche fiorellino ma tu potrai decorarla come la tua fantasia ti suggerisce, o ancora meglio, secondo i gusti di chi la riceverà in dono.

Il bello della cream tart sta proprio nel fatto che si può personalizzare in mille modi.

Strumenti utili e consigli per realizzare la cream tart:

Planetaria: Come già detto nella descrizione della ricetta della cream tart, la pasta frolla si può fare a mano. Personalmente preferisco sempre utilizzare la planetaria per una questione di tempo e di risultati. In modo particolare nella realizzazione della pasta frolla, in cui è importante non riscaldare troppo l’impasto, potersi avvalere di una macchina è un’ottima soluzione per ottenere un risultato migliore.

Tappetino microforato: Nella cottura della frolla aiuta a distribuire il calore in modo uniforme evitando che la frolla si deformi. Come la planetaria non è indispensabile, ma aiuta ad avere un risultato più professionale. Li trovi nei negozi specializzati oppure on line.

Sac a poche: La trovi facilmente un po’ ovunque, nella versione usa e getta oppure in tessuto. Io utilizzo quelle in tessuto lavabile e riutilizzabile per evitare sprechi di plastica in cucina.

Una bocchetta liscia del diametro di 1cm.

L’unica difficoltà di questo dolce sta nel fatto che la frolla avendo una forma irregolare, può spezzarsi durante il montaggio per cui consiglio di montare il dolce direttamente sul piatto in cui verrà servito.

In alternativa al frosting per la tua cream tart si può utilizzare qualunque tipo di crema che sia in grado di reggere il peso di uno strato superiore. Penso alla namelaka, al cremoso, alla camy cream. Molto importante farcirla diverse ore prima di servirla e lasciarla riposare (idealmente tutta la notte) così che il biscotto possa inumidirsi e tagliarsi senza problemi.

Altrettanto importante è mettere le decorazioni alla fine, soprattutto quelle croccanti tipo biscottini, meringhe, macarons o quelle che possono rilasciare del colore.

assemblaggio cream tart

Letture Consigliate