mario draghi Ministri cts ferrovie cdp
immagine da pixabay

Nuove nomine per Ferrovie dello Stato e CDP, l’influenza di Draghi si fa sentire ma i partiti continuano con il pressing

Arrivano le prime nomine del Governo Draghi per Ferrovie dello Stato e CDP, la Cassa depositi e prestiti, ma sono in totale discontinuità con le precedenti. FS mercoledì completamente rinnovato, mentre le nomine di Cassa depositi e prestiti si preciseranno nella giornata di oggi, e vedrebbero l’arrivo, al posto di Fabrizio Palermo, di Dario Scannapieco, vicepresidente della Banca europea degli investimenti.

Potrebbe interessarti:

Per Ferrovie dello Stato la scelta del capo-azienda è caduta su Luigi Ferraris, fino al 2020 amministratore delegato di Terna, ma con una lunga esperienza in molte aziende tra cui Enel e Poste. Mentre alla presidenza approda, a sorpresa, Nicoletta Giadrossi, tra l’altro consigliere di Brembo e del cda di Falck Renewables. Escono così di scena rispettivamente Gianfranco Battisti e Gianluigi Castelli.

I nomi più accreditati per il CPD sono Stefano Cuzzilla, presidente di Federmanager, Riccardo Barbieri, esponente del Mef e poi Candiani, Bracco e Bucci, per questi ultimi due le indicazioni sarebbero rispettivamente di Lega e Pd. Fino al tardo pomeriggio di mercoledì nelle aziende interessate ai rinnovi, Fs e Cdp, l’atmosfera era quasi surreale per l’insolita assenza di qualsiasi indicazione sulle scelte del governo.

Letture Consigliate