Horti Variani, viaggio nella Roma di Caligola e Costantino



Roma

Le ville e i giardini del complesso Horti Variani di Roma saranno visitabili fino al 20 luglio 2019, per ammirare l’antico splendore della Capitale

Il complesso di Horti Variani a Roma, con le sue ville e giardini, riaprirà i battenti fino al 20 luglio ore 19, con visite guidate gratuite presso l’Area Archeologica di Santa Croce in Gerusalemme. 

La direttrice dell’Area Anna De Santis, grazie al suo operato, ha riportato alla luce L’Acquedotto Claudio, appartenente al complesso del Circo Variano. Il suo Anfiteatro Castrense (unico superstite insiemeal Colosseo) e il Palazzo dei Severi, costruito da Costantino per la madre Elena.

Un viaggio affascinante fra Storia e Mito, con il  “Tempio di Venere e Cupidine”, dove c’erano le dimore dei dignitari, la Casa di Aufidia Valentilla e la Casa della Fontana e la Casa dei Ritratti.

Dagli scavi effettuati nel 2017 sono emersi elementi inediti, che hanno dato vita a nuovi scenari come corridoi affrescati e pavimenti a mosaico. Oppure la cucina integra, con il focolare, e una vasca in cocciopesto.

Questa mostra, che invita ad ammirare le vestigia della città capitolina, è inscritta in un evento Per il Cinema Italiano. 

Difatti molte location, come il parco, sono state scelte per le proiezioni di film a cura del Centro Sperimentale di Cinematografia.

 

Leggi anche



Articolo precedenteStasera in tv, su Iris il film “La prima cosa bella”
Prossimo articoloTale e Quale Show 2019: chi sono i concorrenti?
Avatar
Classe 1987, ho frequentato l’Università degli Studi di Salerno, conseguendo la Laurea di Primo Livello in Sociologia. Ho ottenuto una certificazione di frequenza per il corso di addetto/responsabile Ufficio Stampa e ho partecipato a diversi concorsi letterari, tra cui quello dell'estate 2015 del Circolo degli Artisti Salernitani, che mi è valso un Primo Premio. Lo scorso anno ho pubblicato il mio primo romanzo edito da Writers Editor, intitolato "Amore di papà". Sono un'attivista femminista e sostenitrice dei diritti LGBTIQ e gestisco una pagina Facebook sui diritti delle donne, "Doppia Vu Women Rights". Inoltre, ho il ruolo di segretaria provinciale presso la sezione NIDIL CGIL di Salerno.