Juventus, Supercoppa
Foto: Facebook Juventus

Anche i bianconeri costretti a negoziare gli stipendi per via della pandemia. L’anno scorso con Sarri e la squadra fu raggiunto un accordo sulla rinuncia a 4 mensilità

I drammatici effetti della pandemia di Covid-19 non lasciano scampo a nessuno. Il calcio è stato uno dei primi settori a subire queste conseguenze per via dei bassi ricavi derivanti da più fattori (stadi chiusi, poca liquidità). A fare notizia è soprattutto come grandi club si trovino in seria difficoltà nel pagare le mensilità ordinarie di allenatori e giocatori. In autunno è stato eclatante il caso Inter, che però stava affrontando problemi ancor più pesanti a livello finanziario, ora anche la Juventus si trova a dover stringere la cinghia.

Potrebbe interessarti:

Come riporta la Gazzetta dello Sport, la Juventus ha chiesto ai propri giocatori di posticipare alcune mensilità. La società bianconera ha infatti iniziato una trattativa con la squadra per chiedere di rinviare i pagamenti delle mensilità da marzo 2021 a giugno 2021. Nulla di nuovo in casa Juve perché lo scorso anno si verificò la stessa cosa.

Nel marzo 2020, infatti d’accordo con Sarri, Ronaldo e compagni si decise per la rinuncia al pagamento di quattro mensilità nella stagione in corso, recuperando 2,5 mensilità nel corso delle stagioni successive. A differenza del 2020, quest’anno non ci saranno rinunce reali ma solo posticipi di pagamento.

Letture Consigliate