Al MUDEC di Milano “Paul Klee. Alle origini dell’arte”

klee

Le opere dell’antropologo del possibile, Paul Klee, fino al prossimo 3 marzo in mostra al MUDEC di Milano

Il MUDEC di Milano apre le sue porte alla mostra “Paul Klee. Alle origini dell’arte” dedicata all’antropologo del possibile e disponibile ai suoi visitatori fino al prossimo 3 marzo. L’esposizione, curata da Michele Dantini e Raffaella Resch, è costituita da un centinaio di opere provenienti da importanti musei e collezioni private europee.

Un viaggio espositivo che ripercorre l’evoluzione della ricerca e della produzione artistica di Paul Klee tra arte primitiva e rappresentazione dell’invisibile in un intreccio di pittura e musica, immagini e parole.

In un’alternanza tra chiaro e scuro in una luce diffusa, la mostra offre la possibilità di ammirare lavori mai esposti in Italia come Artista nomade-Manifesto del 1940 o Roccia artificiale del 1927, l’originale teatro delle marionette che l’artista realizzò per il figlio Felix assemblando elementi particolari come ossi, prese elettriche, pennelli da barba e gusci di noce.

L’esposizione rivela agli appassionati un mondo inatteso e sconosciuto visibile soltanto attraverso gli occhi di Paul Klee.