New York, la città delle meraviglie

Prima PaginaNew York, la città delle meraviglie

Andare a New York è come fare un giro su un otto volante o sulle montagne russe, l’adrenalina a mille, il cuore che  batte così forte quasi a voler uscire dal petto: benvenuti nella Città che non Dorme Mai

[ads1] New York situata nello stato omonimo è divisa in cinque contee amministrative: Bronx, Manhattan,Queens, Brooklyn e Staten Island ed è una delle città più popolose del mondo.

Un’ intera vita non basterebbe per apprezzare tutto ciò che questa città così unica riesce ad offrire. L’impatto è disarmante che sia arrivi, in treno, in aereo o in nave: New York ti rapisce sin dalla prima boccata d’aria e camminare tra le strrade con il naso all’insù, non è un obbligo, è una necessità.

Benvenuti nel Paese delle Meraviglie, allacciate le cinture!

Situato nella parte orientale dell’isola di Manahattan che prende il nome di Upper East Side, proprio di fronte ad
una delle entrate di Central Park, sorge il Guggenheim Museum; uno dei più importanti musei di arte moderna esistenti con una collezione di opere d’arte tra il 20︒ e 21︒secolo e che ospita numerose collezioni personali come quelle di Peggy Guggenheim  e Justin Tannahauser. La struttura stessa del museo è una vera e propria opera d’arte, vedere per credere.

Rimanendo nella stessa area, ma spostandosi di poco verso sud, ecco il MET, ovvero il Metropolitan Museum of

Art. L’iponente museo, accoglie oltre 2 milioni di opere d’arte provenienti da tutto il mondo, da templi egiziani  ad armature giapponesi e sculture romane. In altre parole, un giorno intero non basta per poterlo visitare tutto.

Nell’Upper West Side invece si trova l’American Museum of Natural History. Qui si passeggia tra dinosauri, animali selvatici, orsi polari, balene, squali, ragni, popoli indigeni, elefanti, e si può addirittura ammirare la creazione dell’universo e del nostro sistema solare. Curiosità: in questo museo è stato girato il film “Una notte al Museo”.

Lasciandosi alle spalle Central Park e procedendo verso sud, si arriva nell’area di Midtown. L’intersezione più famosa tra la Settima strada e Broadway è un esplosione di luci, colori, odori e sensazioni: ecco Times Square. Impossibile non rimanere al tempo stesso estasiati e frastornati dal rumore e dalle migliaglia di persone e auto, compresi i famosi taxi gialli, che affollano il cuore pulsante di New York. Ci si sente come catapultati in un vortice di energia.

A Midtown si trova anche l’Empire State Building, star di migliaia di film; salire su questo edificio è una delle

esperienze più mozzafiato da poter compiere. Dall’86︒piano, si ha una vista sublime di tutti e cinque i distretti della città, particolarmente emozionante al tramonto.

Tra la Quinta e la Sesta, all’altezza della 53︒strada sorge poi il MOMA, il Museo di Arte Moderna: qui sono esposte opere di Picasso,Matisse, Pollock, Van Gogh per una collezione di oltre 150 mila pezzi.

Passeggiando con il naso all’insù ecco che si incontrano il Chrysler Building,Grand Central Terminal e il Rockefeller Center; quest’ultimo durante il periodo natalizio, vede sorgere un imponente albero di Natale adeguatamente addobbato. A due passi dal Rockfeller Center c’è poi la meravigliosa Cattedrale di San Patrizio.

Da non perdere è la New York Public Library (http://www.nypl.org)  (Ghostbusters-Gl acchiappafantasmi è stato girato qui)e il vicinissimo Bryant Park, il parco che si dice sia il più amato dai newyorkesi, un piccolo fazzoletto  verde, meta dei frenetici lavoratori nell’ora della pausa pranzo, situato nel caos della città.

Passando attraverso Chinatown, Little Italy e Soho, si raggiunge l’area di Lower Manhattan e Financial District. Da qui si raggiunge facilmente Liberty island, l’isola che ospita la Statua della Libertà . Non tutti sanno che, per chi avesse un budget ridotto, è possibile ammirare la Statua anche scegliendo di salire a bordo del famoso “traghetto arancione” il traghetto gratuito diretto a Staten Island.

Merita una visita Ground Zero, sede di quelle che furono le Torri Gemelle abattute nel settembre 2001. Al posto delle due torri sorgono due meravigliose piscine con cascate, che commemorano tutte le persone che in quel tragico evento persero la vita.

Ed ecco spuntare all’orizzonte una delle icone di New York, Il ponte di Brooklyn. Attraversare il ponte a piedi è

un rito obbligatorio per il turista, soprattutto durante le giornate primaverili o autunnali, quando il clima non è nè troppo freddo nè troppo caldo e si gode di un esilarante panorama.

Molti altri sono i luoghi da visitare nella Città che non Dorme Mai, tanti i ristoranti da provare e le strade da attraversare perdendosi  e lasciandosi guidare da questo luogo vitale e folle. Una vera e propria città delle meraviglie che offre al contempo tutto e il contrario di tutto, estrema, eclettica, energica,  dove un attimo prima sei tra i teatri di Broadway e un attimo dopo ti ritrovi nel distretto finanziario alla mercè di imponenti edifici grigi, ecco New York la città dove i sogni possono diventare realtà.

Se fossi vissuto al tempo dei romani, avrei vissuto a Roma, dove altro? Oggi l’America è l’Impero Romano e NewYork è Roma stessa”.

John Lennon

[ads2]

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
66,257
Totale di casi attivi
Updated on 26 July 2021 - 03:54 03:54