Sassuolo-Juventus
Foto: Facebook Juventus

Una Juventus compatta si affida ai campioni e alle ripartenze: Buffon para, Ronaldo trascina. I bianconeri si rilanciano nella corsa Champions

La Juventus scende in campo con il giusto approccio e, pur facendo fare la partita al Sassuolo, ottiene una grande vittoria che fa sperare ancora nella corsa Champions League. Partita di altissimo livello delle punte, sia Ronaldo, da vero trascinatore, che da Dybala, sempre pulito in ripartenza. Bene anche Rabiot, bravo in entrambe le fasi. Il Sassuolo gioca, ma spreca, fino ad arrendersi alla qualità dei campioni all’ora di gioco.

Potrebbe interessarti:

La partita

Il Sassuolo non si snatura e fa il suo gioco, costringendo la Juventus a stare molto bassa e partire in contropiede. I primi dieci minuti sono di marca emiliana, ma Boga e Traoré sprecano molto. Al 16′ Rabiot perde palla, Raspadori salta secco Bonucci e conquista un calcio di rigore, Berardi si presenta sul dischetto ma sbaglia, bravo Buffon ad ipnotizzarlo. Il portiere della Juventus diventa il più anziano a parare un rigore in Serie A.

Il rigore sbagliato dà la scossa alla Juventus, che alza il baricentro e sfrutta la serata positiva di Ronaldo per creare superiorità numerica. Al 28′ Rabiot taglia il campo e fa partire un diagonale mancino preciso che sbatte sul palo e gonfia la rete. Il Sassuolo non abbassa il ritmo e cerca subito il pareggio, ma Buffon dice di no ad Obiang. La Dea bendata ha i colori bianconeri e dopo le numerose azioni neroverdi è Ronaldo a festeggiare: il portoghese si avventa su un colpo di testa di Rabiot in respinta, salta secco Marlon e di precisione sigla il 100esimo gol con la maglia della Juventus.

La Vecchia Signora scende in campo con il giusto atteggiamento anche nella ripresa. Squadra molto corta e veloce nelle ripartenze, grazie anche al lavoro di Chiesa e Kulusevski. Raspadori combina con Locatelli e riapre il match. La storia della partita cambia all’ora di gioco, quando Alex Sandro salva una rete già fatta. Passano pochi giri d’orologio e partecipa alla festa dei 100 gol anche Dybala: ripartenza condotta da Kulusevski che trova subito la Joya, che con un tocco morbido supera Consigli. La Juventus prende fiducia e gioca meglio: Ronaldo colpisce il palo dopo la sua classica azione, doppio passo e tiro da posizione angolata.

Sassuolo-Juventus 1-3: risultato e tabellino

Reti: 28′ Rabiot, 45′ Ronaldo, 59′ Raspadori, 66′ Dybala

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan (56′ Chiriches), Marlon, Ferrari, Kyriakopoulos (76′ Rogerio); Obiang (56′ Lopez), Locatelli; Berardi, Traoré (56′ Defrel), Boga (76′ Duricic); Raspadori. All. De Zerbi. A disp. Pegolo, Ayhan, Caputo, Peluso, Muldur, Haraslin, Bourabia

Juventus (4-4-2): Buffon; Danilo, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Kulusevski, Arthur (61′ Bentancur), Rabiot, Chiesa (81′ Cuadrado); Dybala (81′ McKennie), Ronaldo. All. Pirlo. A disp. Szczesny, Pinsoglio, Chiellini, Demiral, Ramsey, Bernardeschi, Morata, Felix Correia

Arbitro: Giacomelli di Trieste

Letture Consigliate