Scuola, Green Pass obbligatorio anche per i genitori: le novità

AttualitàScuola, Green Pass obbligatorio anche per i genitori: le novità

Tra pochi giorni si rientra a scuola, e il Green Pass sarà obbligatorio anche per i genitori. Ecco tutte le novità previste per l’anno

C’è una corsa contro il tempo per mettere a disposizione delle scuole una piattaforma automatizzata per il controllo quotidiano dei Green Pass del personale scolastico. Il ministro Bianchi l’ha promessa entro il 13 settembre. Nel frattempo, la scuola è chiamata a una verifica manuale, persona per persona.

Infatti, dal 1 Settembre il certificato verde è diventato obbligatorio per docenti, personale Ata e amministrativo. E anche per i genitori che accedono negli istituti e presto verrà esteso anche ad altre categorie che gravitano nell’universo scuola (e università). Ma come si richiede il Green Pass? Quali sono le procedure corrette da seguire per richiederlo?

Andiamo a scoprire tutto passo passo.

Come si richiede il Green Pass?

Esistono quattro modi per richiedere il Green Pass:

  • aver effettuato la prima dose o il vaccino monodose da 15 giorni;
  • aver completato il ciclo vaccinale;
  • essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti;
  • essere guariti da COVID-19 nei sei mesi precedenti. 

Per entrare in possesso del QR code basterà collegarsi al sito https://www.dgc.gov.it/web/ e inserire i dati della propria tessera sanitaria o SPID. Dopodiché basterà compilare il campo dove viene richiesto il codice della vaccinazione, del tampone o del certificato di guarigione.

Per chi è obbligatorio

Il Green Pass sarà obbligatorio per tutto il personale scolastico e ATA, quindi dal preside fino ai collaboratori scolastici passando per i docenti. Chi ne sarà sprovvisto non potrà, quindi, entrare a scuola e fin da subito non percepirà lo stipendio, in quanto assente ingiustificato.

Al quinto giorno di assenza sarà sospeso, consentendo quindi di nominare un supplente al suo posto. Inoltre, chi non rispetta l’obbligo sull’accesso agli istituti, sarà punibile con una sanzione che va dai 400 ai 1000 €.

Per gli alunni, invece, il certificato per ora non è necessario per entrare nell’edificio scolastico. Diverso il discorso delle università, dove verrà richiesto anche agli studenti, sia per le lezioni sia per gli esami. Inoltre, anche se non è specificato nella normativa, alcune scuole stanno introducendo regole per chiederlo anche ai genitori che vogliono accedere all’edificio.

Saranno i dirigenti scolastici o i loro delegati a controllare la validità del Green Pass del personale scolastico, con frequenza quotidiana. Gli esenti saranno gli stessi previsti dalla legge e i controlli saranno serratissimi. Ovviamente chi per motivi di salute non può sottoporsi al vaccino, è esonerato dall’obbligo di Green Pass. Al suo posto però dovrà esibire il certificato di esenzione (in forma cartacea fino al 30 Settembre).

Come avviene il controllo

Il controllo del Green pass avverrà attraverso una piattaforma realizzata dal ministero dell’Istruzione in collaborazione con Sogei, in accordo con il garante della Privacy. Il dirigente scolastico (o chi per lui), entrando nel sistema con le sue credenziali, vedrà apparire sullo schermo solo il personale assegnato alla sua scuola.

Accanto all’elenco dei nomi ci sarà una spunta verde se il pass è valido oppure, al contrario, una rossa.

Antonio Jr. Orrico
Studente al terzo anno di Scienze della Comunicazione, con una passione innata per il giornalismo, per la scrittura, per la lettura e per la musica.

Covid-19

Italia
116,342
Totale di casi attivi
Updated on 17 September 2021 - 07:55 07:55