Serie A, i risultati della prima giornata: stecca la Roma, vincono Lazio e Atalanta



Serie A
Foto: Facebbok Atalanta Bergamasca Calcio

Regala gol e spettacolo la prima domenica di Serie A: non va oltre il pareggio la Roma di Fonseca, vittorie esterne per la Dea e la Lazio; impresa del Brescia a Cagliari

La prima domenica di Serie A regala molti gol e partite al cardiopalma tipiche del calcio d’agosto. Molto bene l’esordio della Lazio, che al Marassi ne rifila tre alla Sampdoria. Vincono anche l’Atalanta in rimonta a Ferrara e il Brescia alla Sardegna Arena.

Stecca la Roma, che non va oltre un pirotecnico 3-3 contro il Genoa; pareggia anche il Verona contro il Bologna seguito da Mihajlovic in panchina. Bene il Torino che inizia il campionato con una vittoria.

Cagliari-Brescia 0-1

Il Brescia di Cellino vince a sorpresa contro il nuovo Cagliari di Maran, privo di molti giocatori titolari. Gli ospiti subiscono le offensive rivali nei primi minuti, quando Joao Pedro sbaglia un gol da solo contro il portiere. A regalare la vittoria  ci pensa Donnarumma dagli undici metri. Il penalty dato agli uomini di Corini desta molti dubbi per un fallo di mani di Cerri. Ai biancoblu sono stati annullati anche altre due reti per fuorigioco.

Roma-Genoa 3-3

Pareggio al cardiopalma tra la Roma e il Genoa. I padroni di casa aprono il match grazie ad un capolavoro di Under, lanciato a campo aperto da Dzeko. A pareggiare i conti ci pensa Pinamonti, da vero rapinatore d’area di rigore. Dzeko riporta i giallorossi in vantaggio con un diamante, ma Criscito dal dischetto riporta la gara in equilibrio. Pronti-via e nel secondo tempo il solito Kolarov si inventa una magia da calcio di punizione. Kouamè segna la rete del definitivo pareggio.

Sampdoria-Lazio 0-3

La Lazio vince nettamente al Marassi contro una Sampdoria irriconoscibile. Inzaghi lancia dal primo minuto Lazzari, subito decisivo sulla fascia destra. Ma a portare in vantaggio i capitolini è Immobile, che continua nella tradizione dei gol alla prima giornata. Correa nella ripresa chiude la gara e nuovamente Immobile  alla mezz’ora dal termine mette la parola fine.

Spal-Atalanta 2-3

L’Atalanta non delude mai le aspettative e anche questa sera regala spettacolo, ma a malincuore. Si, perchè la Dea ha il difetto di prendere troppi gol e di ribaltare spesso le partite. Di Francesco e il gol dell’ex di Petagna, sembravano aver mandato in bambola la macchina di Gasperini, che però non ha mollato. Al 34′ Hateboer trova Gosens al centro dell’area, che con uno stacco imperioso riapre la gara.

A ribaltare il copione ci pensa un neo entrato, Muriel. Il colombiano entra subito in partita e sigla una doppietta da sogno, che regala i tre punti ai bergamaschi. La Dea non vinceva la prima partita fuori casa in Serie A dal 1949.

Verona-Bologna 1-1

Il Verona in dieci minuti per quasi tutta la gara (espulso Dawidowicz al 13′), riesce ad ottenere un grande pareggio contro il Bologna guidato da Mihajlovic in panchina. Sansone sblocca la gara grazie al penalty procurato da Orsolini, ma Miguel Veloso da calcio piazzato impedisce all’allenatore serbo di esordire con una vittoria e rendere la serata magica.

Torino-Sassuolo 2-1

I ganata partono bene in campionato grazie ad un super Zaza e ad un miracoloso Sirigu. Proprio l’attaccante ex Juventus sigla il gol del vantaggio su assist di Ansali. Molto più fortunoso la seconda rete, nata da un tiro di Belotti carambolato sul suo ginocchio. Caputo riapre la gara, ma il Torino porta a casa la prima vittoria stagionale.

Leggi anche