Serie A
Immagine di redazione

La lega Serie A assegna gli MVP Award 2020/2021. Numerose sono le sorprese, altrettante le conferme. Tutti i premi della giornata

La stagione 2020/2021 si è conclusa nel migliore dei modi per l’Inter di Conte. I nerazzurri hanno portato a casa il tanto ambito scudetto divorando il campionato per tutto l’arco della stagione. I premi assegnati dalla lega Serie A per gli MVP 2020/2021 sono tanti e non si può dire che non siano meritati. Valutati in base a dei parametri statistici di Stats Perform, realizzate a partire dai dati di tracking registrati da Netco Sports.

Potrebbe interessarti:

Miglior portiere

Chi se non Gianluigi Donnarumma? Il portiere del Milan, autore di una stagione stratosferica, ha trascinato i rossoneri alla qualificazione in Champions League con prestazioni a dir poco incredibili. Il suo addio al Milan sembra più che probabile: MURO.

Miglior difensore

Per Cristian Romero questa stagione è stata quella della definitiva consacrazione. Il difensore dell’Atalanta è stato praticamente insuperabile per tutto il campionato e la dimensione da “grande squadra” della Dea dipende anche e soprattutto da lui: CAGNACCIO.

Miglior centrocampista

Ormai per Nicolò Barella gli aggettivi si sprecano. Il centrocampista sardo si è ritagliato un posto da protagonista nella strepitosa stagione dell’Inter. La sua maturità calcistica l’ha portato ad essere titolare inamovibile sia nella squadra campione d’Italia che nella nazionale di Roberto Mancini: TUTTOFARE.

Miglior attaccante

Il capocannoniere del campionato, Cristiano Ronaldo, ha trascinato la peggiore Juventus degli ultimi anni ad un posto in Champions League. Spesso le vittorie della Vecchia Signora sono passate dai suoi piedi e dai suoi gol: IMPRESCINDIBILE.

Miglior under 23

Dusan Vlahovic è ormai una certezza del nostro campionato. L’attaccante della Fiorentina, opaco fino a gennaio, è definitivamente esploso nel girone di ritorno caricandosi la squadra sulle spalle. A soli 21 anni il futuro davanti a lui pare più roseo che mai: PREDESTINATO.

Miglior giocatore

Lo scudetto dell’Inter passa direttamente dai piedi (e dai muscoli) di Big Rom. Romelu Lukaku si è reso protagonista di una stagione semplicemente devastante. Il prototipo perfetto dell’attaccante d’area, ha messo muscoli e cervello nella causa nerazzurra: GIGANTE.

Letture Consigliate