19 Settembre 2022 - 16:55

Simeone, il centravanti che serviva al Napoli | ANALISI TATTICA

Il Napoli ha trovato in Giovanni Simeone il centravanti che serviva: con movimenti da bomber pur l'argentino ha portato i suoi alla vittoria

Simeone Napoli analisi tattica

La strepitosa vittoria del Napoli ai danni del Milan porta il nome di Giovanni Simeone. L’attaccante argentino, arrivato in azzurro quest’estate per ricoprire il ruolo di vice-Osimhen, ha trovato il gol vittoria con una straordinaria torsione di testa ed ha battuto Maignan per il 2-1.
A far specie, però, non è tanto la prodezza del gesto tecnico, che pure andrebbe esposta in un museo, ma è l’encomiabile lavoro di posizione che l’attaccante ha fatto con e senza il pallone.

In grafica si può notare come sia proprio l’attaccante a sfruttare sapientemente i movimenti dei suoi compagni di reparto (in particolare Zerbin) per posizionarsi in modo da ricevere in tranquillità il pallone scaricato da Di Lorenzo. È sicuramente evidente la leggerezza difensiva dei padroni di casa, ma il movimento dell’attaccante del Napoli non lascia scampo.

Una volta controllata la sfera, poi, è sempre Simeone a lavorarla portando fuori dall’area diversi uomini in rossonero. Sfruttando ancora una volta le posizioni di Zerbin e Zielinski, l’argentino è lucido nell’uscire in scioltezza dall’area attirando su di sé tre avversari per poi scaricare intelligentemente a Mario Rui che arrivava a rimorchio sul versante sinistro.

Il terzino, una volta ricevuta la sfera, ha pennellato un cross delizioso nel cuore dell’area di rigore ormai sguarnita dove ancora una volta Simeone si è fiondato come un rapace sfruttando gli errori posizionali degli avversari.

Simeone è l’attaccante che serviva al Napoli?

Quel che è certo è che un attaccante come l’argentino fa comodo a chiunque. Il Napoli ha trovato un centravanti di tutto rispetto che, a differenza di Osimhen, sfrutta sapientemente ogni zona del campo per farsi trovare pronto dai compagni. Con un Kvaratskhelia semplicemente straripante e un Politano in grande spolvero, Giovanni Simeone può davvero ripetere quanto di buono fatto vedere nella scorsa stagione. Osimhen deve stare in guardia, ma la concorrenza non può che essere stimolante.