Usa, Trump: “Non sono intelligente, sono un genio”



Tariffe Federal Reserve Elezioni USA Donald Trump Russiagate

Donald Trump si difende così su Twitter dalle accuse di Michael Wollf nel libro “Fire and Fury: inside the Trump White House”

Il quarantacinquesimo Presidente degli Stati Uniti Donald Trump oggi ha pubblicato un post su Twitter in cui ha dichiarato: “Non sono intelligente, sono un genio!“. Così si è difeso dalle accuse scagliate dal giornalista e scrittore Michael Wolff nel suo ultimo libro Fire and Fury: inside the Trump White House. E non finisce qui: “Ora che la storia della collusione con la Russia, dopo un anno di intense ricerche, si è rivelata una bufala totale, i democratici e i loro tirapiedi, i media produttori di fake news, hanno tirato fuori il manuale Ronald Reagan e sbraitano sulla stabilità mentale e l’intelligenza“.

In realtà per tutta la mia vita le mie qualità migliori sono state la stabilità mentale ed essere veramente intelligente. Anche “Hillary la corrotta” ha provato a giocare queste carte e, come tutti avrete notato, le si sono bruciate tra le mani. Sono passato dall’essere un imprenditore di successo e una star della tv a presidente degli Stati Uniti (al primo tentativo). Credo che questo mi caratterizzi non come un uomo intelligente, ma come un genio. E un genio molto stabile!”, commenta Trump.

Il libro che sta creando caos al Presidente e alla sua famiglia sta andando a ruba. A nulla sono servite le pressioni degli avvocati di Trump. Anzi il libro per tutta risposta è uscito in anticipo il 4 gennaio anziché il 9 e al momento si trova in vetta alle classifiche di vendita online.

Fire and Fury racconta l’esperienza di Wolff come «infiltrato» alla Casa Bianca, dove ha appreso segreti e notizie-bomba inedite sul conto del Presidente e dei suoi affari internazionali. Appena il libro è stato acquistato da Amazon, Wolff ha twittato: “Ci siamo: potete comprare e leggere il mio libro. Grazie Signor Presidente.”

Leggi anche