Aloe vera: benefici, cosmesi e controindicazioni



aloe

Le proprietà terapeutiche e cosmetiche dell’aloe vera sono innumerevoli. Attenzione però ad alcuni effetti collaterali

L’aloe è una pianta originaria del Nord Africa ed importata nel XVII nelle Antille. Appartenente alla famiglia delle Aloeaceae, di cui fanno parte molte specie diverse di pianta, l’Aloe è una pianta di altezza variabile con fusto legnoso e foglie succulente, ricche di principi attivi. Tracce del suo utilizzo le troviamo scritte su tavole mesopotamiche risalenti al 2000 a. C. ed era anche utilizzata nei riti di imbalsamazione degli antichi egizi (da qui il nome di pianta dell’immortalità). Le foglie, tagliate nella parte esterna, producono il cosiddetto succo d’aloe, raccolto e concentrato per ebollizione fino ad ottenere una massa scura e densa. Mentre dalla parte centrale della foglia si ottiene il gel d’aloe.

Principi attivi e proprietà

  • All’interno degli estratti d’aloe sono presenti delle sostanze chiamate antrachinoni. Questi hanno delle proprietà disintossicanti ma, a seconda della dose, possono essere dei forti lassativi e purganti (vedi controindicazioni).
  • L’estratto d’aloe è ricco di zuccheri complessi che conferiscono a questa pianta le sue note proprietà cicatrizzanti, coadiuvate dalla elevata percentuale di acqua nel gel che idrata e protegge le zone cutanee danneggiate.
  • Minerali e vitamine hanno un’azione anti-aging e antiossidante contro la formazione di radicali liberi.
  • Gli antrachinoni (aloina) hanno una forte azione antibatterica ed antimicotica. L’azione antivirale invece è stata attribuita ad uno zucchero complesso (acemannano), tanto che in sinergia con altri farmaci, è stato riscontrato in vitro una forte azione contro i virus di HIV, herpes simplex e virus del morbillo.
  • Ha spiccate proprietà antinfiammatorie ed analgesiche poiché inibisce la produzione nell’organismo di quelle sostanze coinvolte nel processo infiammatorio. .

Rimedi naturali in cosmetica

Lasciando da parte le sue proprietà sull’organismo che sono di stretta competenza del medico o del farmacista, concentriamoci invece sull’uso che si può fare dell’aloe nel campo della bellezza. Come già detto, le proprietà idratanti e lenitive dell’aloe ne fanno un ingrediente importantissimo nei prodotti commerciali per la pelle e per i capelli. Può essere però usato anche in maniera casalinga. Applicando il gel d’aloe sulla pelle, l’effetto idratante sarà pressoché immediato. Può essere aggiunto alle creme per attribuire più delicatezza al prodotto o può essere applicato dopo il lavaggio sui capelli per conferire forza e lucentezza. È molto comune trovare l’aloe nelle creme solari e dopo sole. Le proprietà anti-aging inoltre ne fanno un ottimo alleato contro l’invecchiamento della pelle. Infine, prodotti per la cura dei denti contenenti aloe, aiutano a prevenire le più comuni problematiche dentarie.

Controindicazioni

Mentre il gel d’aloe non ha effetti indesiderati, il succo può essere controindicato in alcune circostanze. Come già detto, la presenza di antrachinoni (se non rimossi dai prodotti commercializzati) conferisce alla pianta delle forti proprietà lassative e purganti. In caso di stipsi (o stitichezza), l’utilizzo di aloe e degli antrachinoni è concesso previo parere di un medico, solo per brevi periodi. L’uso prolungato può portare problemi di disidratazione e alterazioni prolungate della motilità intestinale. Inoltre, è sconsigliato l’utilizzo in gravidanza per mancanza di studi approfonditi.

Leggi anche