Juventus
Foto: Facebook Juventus

La Juventus vince la Coppa Italia grazie ad un secondo tempo di alto livello. Funziona la coppia Kulusevski-Chiesa, la Dea dura un tempo

La Juventus alza il suo secondo trofeo stagionale dopo la Supercoppa. Madama regala a Pirlo la prima Coppa Italia della sua carriera, appena cominciata. Ancora una volta l’Atalanta si ferma ad un passo dal trionfo.

Potrebbe interessarti:

La partita

Primo tempo ad alti ritmi con le due squadre che si affrontano come in un incontro di box. Sono tanti i duelli in campo, il più deciso quello tra De Ligt e Zapata, con il colombiano molto bravo a proteggere palla e saltare la difesa rivale. La Dea fa la partita, la Juventus si limita a ripartire in velocità. Gli orobici creano subito due palle gol, con Zapata che sfiora la rete dopo una bella giocata fisica individuale. Pessina recrimina un calcio di rigore per un intervento di Rabiot, che però sembra essere intervenuto nei limiti del regolamento.

Alla mezz’ora Cuadrado anticipa Gosens e lancia la Juventus in contropiede condotto dal colombiano e rifinito da un sinistro a giro di Kulusevski dopo una mischia in area. L’Atalanta reagisce subito e alza il ritmo, trovando il pareggio al 41′ con un bel tiro potente e preciso di Malinovskyi dal limite dell’area. Sempre più decisivo l’ucraino, lasciato colpevolmente solo al limite dell’area dal centrocampo bianconero.

Nel secondo tempo cambia il copione del match, con la Juventus che fa l’Atalanta e gioca quasi sempre nella metà campo rivale. Molto bene Bentancur che permette alla Vecchia Signora di giocare sempre d’anticipo. Madama va vicina al gol con Chiesa, che colpisce il palo dopo un bel duetto con Ronaldo, bravo a ridargli il pallone di tacco, meno bravo l’esterno sotto porta.

La storia della partita si decide al 73′, Chiesa tocca il suo ultimo pallone della partita (prima del cambio annunciato) beffa Hateboer e serve Kulusevski che lo manda nello spazio, l’esterno italiano con un tocco salta un avversario e con il sinistro gonfia la rete. La Juventus congela la partita negli ultimi minuti e concede poco alla Dea.

Atalanta-Juventus 1-2: risultato e tabellino

Reti: 31′ Kulusevski, 41′ Malinovskyi, 73′ Chiesa

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi (76’Djimsiti) , Romero, Palomino; Hateboer (76′ Ilicic), De Roon, Freuler, Gosens (83′ Miranchuk); Pessina (68′ Pasalic); Malinovskyi (68′ Muriel), Zapata. All. Gasperini. A disp. Mahele, Caldara, Rossi, Ruggeri, Lammers, Sutalo, Sportiello

Juventus (4-4-2) Buffon; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Danilo; McKennie, Bentancur, Rabiot, Chiesa (74′ Dybala); Kulusevski (82′ Bonucci), Ronaldo. All. Pirlo. A disp. Szczesny, Pinsoglio, Demiral, Frabotta, Arthur, Ramsey, Bernardeschi, Morata

Arbitro: Massa della sezione di Imperia

Ammoniti: 27′ Chiellini, 36′ Malinovskyi, 40′ De Ligt, 78′ Romero, 85′ Freuler, 87′ De Roon, 89′ Ilicic

Note: 88′ Espulso Toloi dalla panchina per proteste

Letture Consigliate