Rooibos, proprietà e benefici del tè rosso africano



rooibos

Conosciuto da secoli dalle popolazioni locali sudafricane, il rooibos è un’ottima alternativa al tè tradizionale. Ricco di proprietà e benefici e di facile preparazione

Il rooibos è una bevanda famosissima in Sudafrica. Qui è conosciuta ed utilizzata da secoli dalle popolazioni autoctone, finché in epoca colonialista non è stata esportata in tutta Europa e nel mondo. Il termine rooibos, significa “arbusto rosso”. La pianta da cui deriva è l’Aspalathus linearis che cresce solo in una specifica zona a nord di Città del Capo.

Le foglie e i ramoscelli vengono raccolti, tritati, fatti fermentare e poi essiccati. Ciò che si ottiene, serve per la preparazione del rooibos, una bevanda appunto di colore rosso. Le proprietà di questa pianta e della bevanda sono molteplici. Vediamole.

Principi attivi e proprietà

Benché la maggior parte dei suoi effetti sull’organismo siano frutto di credenze popolari, alcuni studi scientifici confermano diverse sue proprietà. In particolare, il rooibos è completamente privo di caffeina e di calorie, ha un bassissimo tenore di tannini e per questo perde quel retrogusto amaro e può essere bevuto anche freddo. È ricco di antiossidanti, utili contro i radicali liberi, di vitamina C, magnesio, zinco e calcio. Questi ultimi, specialmente lo zinco, sono ottimi per la salute di unghie e capelli. Inoltre, pare abbia proprietà spasmolitiche che potrebbero portare sollievo in caso di problemi gastrointestinali.

Ha anche un’azione protettiva per il sistema cardiovascolare poiché sembra agisca contro l’eccesso di lipidi nel sangue e che protegga i capillari, grazie ai flavonoidi come l’aspalatina (il principio attivo). Alcuni recenti studi, infine, sembrano confermare proprietà antivirali.

Modalità di preparazione

In erboristeria, è possibile acquistare il rooibos fermentato e non fermentato. In questo caso il colore non sarà rosso ma verde. Le modalità di preparazione sono uguali a quelle del tè tradizionale e del tè verde, ad eccezione del tempo di infusione, che è leggermente più lungo. Basta, infatti, mettere un cucchiaino di rooibos, od una bustina, in una tazza con acqua bollente.

Il sapore è naturalmente dolce, a differenza del tè nero che è, invece, molto amaro per l’elevata percentuale di tannini. È possibile aggiungere zucchero o miele, latte o limone, ma si consiglia l’assunzione della bevanda assoluta.

Controindicazioni

Al momento il rooibos non presenta alcuna controindicazione, ad eccezione di una conclamata allergia al principio attivo.

 

Leggi anche