Festival di Sanremo 2021 Nuove Proposte

Scopri i testi e le analisi delle canzoni in gara a Sanremo 2021, l’evento più atteso della televisione italiana in programma dal 2 al 6 marzo

Si respira grande attesa intorno al debutto della prima serata di Sanremo 2021, la 71esima edizione della prestigiosa kermesse avvolta dal caratteristico profumo dei fiori. L’evento, in onda sui Rai 1, è in programma dal Teatro Ariston dal 2 al 6 marzo 2021. Alla conduzione, sul palco più importante d’Italia, ci sarà Amadeus affiancato da Fiorello.

Potrebbe interessarti:

Sebbene questa edizione sia anomala, privata di pubblico e abbracci (in ottemperanza alle norme anti-Covid), il Festival della canzone non ha modificato la sua struttura: ventisei gli artisti in gara che si sfideranno per accaparrarsi il Leone con la Palma d’oro. Alcuni sono oramai veterani delle scene sanremesi con alle spalle una carriera solida e conclamata; altri, invece, sono volti nuovi del panorama musicale, pronti per il battesimo di fuoco. Di seguito, i testi e le analisi dei brani degli artisti che concorrono nella categoria BIG.

Francesco Renga con “Quando trovo te “

“Quando trovo te” esplora il concetto di “oblio salvifico”. Dimenticare, infatti, in alcuni casi rappresenta una salvezza, una via d’uscita. Eppure il ricordo che spesso riaffiora quando meno ce lo aspettiamo viene poi ad essere il senso stesso della relazione, sia essa finita o ancora in bilico. E’ quella sensazione che stravolge il quotidiano e lo rende straordinario. Leggi il testo qui.

Coma_Cose con “Fiamme negli occhi”

Fiamme negli Occhi” è un brano dal sapore contemporaneo e dal ritmo incalzante. E’ un amore, quello tra Francesca e Fausto, tutt’altro che lirico ma che anzi si rifà ad immagini estremamente quotidiane come il tostapane, la grattugia per il formaggio e il basilico sul balcone che brucia al sole come lo sguardo di una persona innamorata. “Quando ti sto vicino sento che perdo il baricentro” sarà sicuramente, dopo Sanremo 2021, la frase più riciclata (anche sui social) per dichiarare i propri sentimenti al partner. Leggi il testo qui.

Gaia con “Cuore Amaro”

Gaia, da “X Factor” e “Amici” al palco dell’Ariston, svela ai microfoni di Tv Sorrisi e Canzoni: “È un brano che non parla d’amore: per quanto a me piaccia parlare d’amore, parla di me. Infatti il “Cuore amaro” è mio. E ancora:Parla della mia storia, del mio percorso, di come mi sento attualmente. È molto personale, anche a livello di sound mi rappresenta tanto, porta molta della mia cultura al pubblico, però sempre con un twist un po’ più contemporaneo“. Leggi il testo qui.

Irama con “La genesi del tuo colore”

Irama racconta così il brano: “La canzone in poche parole, diciamo senza spoilerare niente, è un inno alla vita“. L’artista spiega che l’ispirazione per il testo è scaturita osservando un ragazzo che alza il viso a una ragazza che piange e poi inizia a radersi i capelli: “Ancora oggi quando ci penso mi scava dentro e lì nascono le parole della canzone. Ha due facce come una moneta, prima arriva l’energia poi il resto. I violini sono melanconici e ci sono riferimenti struggenti.” Leggi il testo qui.

Fulminacci con “Santa Marinella”

Santa Marinella è un luogo esistente e si trova a Roma. Proprio la città eterna è la protagonista del brano di Fulminacci che regala degli incontri imprevisti tra le corsie di un supermercato, un luogo semplice che può trasformarsi in un paradiso. Leggi il testo qui.

Madame con “Voce”

ll brano che Madame porterà a Sanremo racconta un viaggio introspettivo alla ricerca della propria voce, della propria identità, in mezzo a tutto il caos che ci circonda. “Conosci te stesso” è un invito socratico: per poterci ritrovare prima dobbiamo capire chi siamo veramente. Leggi il testo qui.

Willie Peyote con “Mai dire mai”

In un’intervista in esclusiva su Rai Play, Willie Peyote spiega il significato del brano che presenterò all’Ariston: “La canzone che porterò a Sanremo parla dell’approccio alla cultura nel nostro paese. La musica, la politica, come viviamo la cultura dopo un periodo come quello che abbiamo trascorso nel 2020. Si intitola Mai Dire Mai e non posso dire molto sulle sonorità del brano perchè altrimenti svelo tutto il trucco. Posso dire che il sound è diverso da quello che si aspettano da me ed è differente da quello che si è abituati a sentire a Sanremo.Leggi il testo qui.

Orietta Berti con “Quando ti sei innamorato” 

Orietta Berti, una delle cantanti più amate ed apprezzate nella penisola italiana, concorre a Sanremo 2021 dopo anni di assenza dal Festival con ”Quando ti sei innamorato”. Il brano parla di amore, un amore appena nato tanto forte quanto bello, tanto da farti perdere il fiato. Leggi il testo qui.

Ermal Meta con “Un milione di cose da dirti” 

Ermal Meta ama definire Un milione di cose da dirti una “semplicissima canzone d’amore”. Attenzione però a non confondere la semplicità con la banalità, perché questo brano è ben definito, concettualmente parlando. Esso ha, infatti, l’aspetto di una semiretta: “E’ una canzone che parte, ma non so dove va a finire. Parte e va verso l’alto e se finisce io non la vedo“. Leggi il testo qui.

Fasma con “Parlami”

Non vi dico di cosa tratta Parlami poiché ogni persona si potrà immaginare nel testo la propria esperienza. Le sonorità che abbiamo scelto per il pezzo ci appartengono e sono l’evoluzione dell’anno scorso, ma con qualcosa di totalmente nuovo”, ha dichiarato Fasma. Poi, l’artista in gara a Sanremo 2021 ha aggiunto: “Penso che siamo cresciuti dall’anno scorso. La rinascita è il tema più importante di quest’anno. Gli artisti possono insegnare la voglia di ricominciare e di non farsi fermare da questo mondo, indipendentemente da quello che succede“. Leggi il testo qui.

Arisa con “Potevi fare di più”

Il brano, nato dalla penna di Gigi D’Alessio ed incentrato sull’amore tossico, è considerato dall’artista di “Sincerità” un “testo di rinascita“, “terapeutico“, con cui tenterà di “esorcizzare alcuni capitoli della sua vita“. Alla stampa, in diretta Zoom, l’artista dichiara di volere che arrivi questo messaggio, soprattutto alle donne: “Quando ci troviamo in una situazione non congeniale alle nostre corde, dobbiamo ricercare la felicità. Prenderci la responsabilità anche del nostro disagio. Cambiare le cose è possibile“. Leggi il testo qui.

Gio Evan con “Arnica”

Arnica“, che il poliedrico artista e paroliere di Molfetta, Gio Evan, farà conoscere al pubblico di Sanremo 2021 è un bilancio tra passato e presente in cui chiunque si può identificare e contiene la consapevolezza che, nonostante a volte faccia male, questo viaggio chiamato vita vale ogni giorno la pena di essere intrapreso. Leggi il testo qui.

Maneskin con “Zitti e buoni”

Scritto e composto interamente dai Måneskin, “Zitti e Buoni”, con sonorità crude e distorte, porta all’Ariston il graffio rock che caratterizza l’attitudine del gruppo, per la prima volta a Sanremo. Un brano carico che ha la dimensione live nel suo dna, quella di cui gli artisti si sono nutriti attraversando l’Italia e l’Europa nel primo lungo tour. “Zitti e buoni” è un pezzo che parla principalmente di redenzione della e voglia di spaccare il mondo con la musica, una sfida contro i pregiudizi, tema centrale nelle produzioni dei Måneskin. Leggi il testo qui.

Malika Ayane con “Ti piaci così”

L’idea di tornare sul luogo del delitto” – confessa Malika Ayane ai microfoni Tv Sorrisi e Canzoni – “mi è venuta la scorsa estate mentre mi trovavo su una spiaggia bellissima. Mi sono resa conto che qualcosa era cambiato nel nostro presente e che quindi la musica ancora di più aveva un valore, ho sentito una sorta di senso di responsabilità“. Il brano che proporrà all’Ariston “parla di sensazioni, è la descrizione di un preciso attimo in cui ci si accorge che tutto può succedere, purché parta da una consapevolezza di sé. È la stessa sensazione che ti porta a ballare da solo scalzo in mezzo a una stanza, perché sei vivo“. Leggi il testo qui.

Aiello con “Ora”

Aiello dichiara alla stampa: “Ora parla di sesso, un sesso speciale. L’ho definito ibuprofone. Era giusto che spiegassi a me stesso cosa mi stava succedendo in quel periodoLa mia canzone si chiama “Ora” e parla di quando non riusciamo a superare una storia passata che ci ha fatto male. Chi viene dopo si prende la parte peggiore di noi, che sembra quella peggiore, ma non lo è… Facciamo la figura degli strxxxi, ma non lo siamo. Leggi il testo qui.

Max Gazzè con “Il Farmacista”

Un brano che ricorda l’elettronica Anni Ottanta, con un arrangiamento folle e complesso in cui spicca un theremin; nel testo vengono enumerati una serie di rimedi contro le più disparate e diffuse malattie dell’uomo contemporaneo, dal brusio da conferenza agli sbalzi d’umore fino alla classicissima mania per lo shopping. Leggi il testo qui.

Ghemon con “Momento Perfetto”

Ghemon con “Momento perfetto“, porta sul palco sanremese un “urlo di rivalsa“. All’anagrafe Gianluca Picariello, attraverso un flusso di coscienza, si rivolge a quanti gli hanno voltato le spalle, lasciandolo in compagnia solo della propria musica. Dall’altro lato, l’artista si prepara alla rinascita: è il momento giusto per lasciarsi indietro il male e ripartire con grinta. Leggi il testo qui.

La Rappresentante di Lista con “Amare” 

Il duo La Rappresentante di Lista (formato da Veronica Lucchesi e Daniele Mangiaracina) esordisce nella gara vera e propria con “Amare”, un brano serrato e musicalmente contemporaneo in cui si racconta l’amore universale. La canzone, scritta insieme a Dardust, “parla di corpi, di vita, di comunità, della ricerca di una rinascita, di un senso di libertà“. Leggi il testo qui.

Noemi con Glicine

Noemi racconta in un’intervista che, quando ricevette la telefonata di Amadeus, passò il telefono a suo marito, convinta fosse un call center con un numero sconosciuto. Su Glicine, svela: “E’ una canzone in cui mi ritrovo molto, è un pezzo emozionante». Il suo augurio è che il pezzo “possa essere un arcobaleno che colora finalmente questo cielo che nell’ultimo anno non è stato proprio chiaro“. Leggi il testo qui.

Random con “Torno a Te”

Random presenta così “Torno a te“: “Narra di una storia d’amore finita. Incoraggia le persone a tornare al primo amore e a vivere tutte le cose come se fosse il primo amore. La canzone avrà delle sonorità diverse da quelle che ho portato fino ad ora. È un pezzo molto sentito e molto emozionale. L’artista prosegue: “Ho 19 anni e per me essere a Sanremo quest’anno è un sogno che si realizza soprattutto dopo un anno e mezzo di carriera. Sto cercando di mettere da parte l’ansia altrimenti è un casino, ma provo tanta emozione e tanta carica.” Leggi il testo qui.

Colapesce Dimartino con “Musica Leggerissima”

Musica leggerissima” di Colapesce e Dimartino si configura come un omaggio alla musica pop in grado di tenere lontane le ansie e le preoccupazioni. Il duo, infatti, chiede più volte di mettere un po’ “un po’ di musica leggera, perché ho voglia di niente, anzi leggerissima”. Leggi il testo qui.

Annalisa con “Dieci” 

Ho ricevuto la telefonata di Amadeus mentre stavo guidando e mi sono agitata tantissimo – spiega l’ex concorrente di Amici a Tv Sorrisi e Canzoni – Ero talmente presa da questa sensazione che sono andata a sbattere contro la sbarra del telepass“. Il brano che porterà a Sanremo 2021 “è un po’ la mia dichiarazione d’amore alla musica, questo amore lo condivido con il pubblico da dieci anni, non vedo l’ora di vivere questa festa con tutti quelli che avranno voglia“, racconta l’arista. Leggi il testo qui.

Bugo con “E invece sì”

“E invece sì” nel ritmo e nella struttura rispecchia a pieno lo stile di Bugo, affezionato nostalgico del cantautorato firmato anni ’70. Il brano rappresenta un inno alla spensieratezza e all’immaginazione contro chi, fin da bambino, ti intima di “dover crescere”. Nel ritornello, ritroviamo la semplicità di un supermercato che può diventare un paradiso, “con una birra in saldo e un poster di Celentano“. Leggi il testo qui.

Lo Stato Sociale con “Combat Pop”

Il brano parla della necessità di abbattere le regole. Sarà un pezzo rock, ma anche kombat, ma anche pop”, spiega Lo Stato Sociale. I componenti della band chiariscono: “A Sanremo 2021 ci approcciamo come… cacciatori di fagiani! Speriamo che sia la prima grande festa, visto che è un anno che non si può suonare…”. Leggi il testo qui.

Extraliscio feat. Davide Toffolo con “Bianca Luce Nera”

Mirco Mariani descrive la canzone in gara a Sanremo 2021 come un lampeggiante, una luce intermittente che si insegue, si avvicina ma non si raggiunge, è tutto e il contrario di tutto e non la trovi mai dove l’avevi lasciata l’ultima volta. Batte forte sul tempo, dentro una balera persa in un labirinto, in un ballo controtempo“. Leggi il testo qui.

Francesca Michielin e Fedez con “Chiamami per nome”

È una canzone che a me emoziona tantissimo“, racconta la Michielin aggiungendo: “Credo che sia un’evoluzione delle cose che abbiamo fatto assieme“. “Ho notato la nostra maturazione, il nostro crescere anche artisticamente con questo brano” dichiara il marito di Chiara Ferragni, che specifica: “C’è qualcosa in più, è una sensazione strana, bella“. Fedez, all’anagrafe Federico Lucia, e e Francesca si sono promessi a vicenda di sostenersi l’un l’altro nei giorni della kermesse sanremese: “Se mai dovessimo cadere, cadremo insieme“. Leggi il testo qui.

Letture Consigliate