Madame
Immagine tratta dal videoclip "Defuera"

Se la parola chiave di Sanremo è “cambiamento” non possiamo non citare Madame che racconterà sul palco dell’Ariston la ricerca dell’identità

La parola chiave del Festival di Sanremo 2021 è sicuramente “cambiamento“. Dopo l’annuncio dei 26 big che faranno parte del cast che si esibirà sul palco dell’Ariston, sono tanti a chiedersi “ma chi è?“. Diversi anni fa ci saremmo aspettati solo nomi con alle spalle numerosi album e certificazioni, ma la musica è cambiata, e con essa è cambiato anche Sanremo e Amadeus ha fatto centro.

Potrebbe interessarti:

Il Festival di Sanremo diventa così uno specchio della società odierna presentando giovani artisti che spopolano sempre più sulle piattaforme streaming come Spotify. Oggi vi raccontiamo la storia di una donna, la più giovane in gara, che rappresenta appieno il cambiamento in atto della musica italiana. Stiamo parlando di Madame che, negli ultimi tempi, si è fatta conoscere con “Schiccherie” o “Baby” conquistando i fan anche attraverso prestigiose collaborazioni con Marracash, Ghali e i Negramaro.

La fluidità è il bello della mia generazione. Non solo nella musica – racconta Madame ai microfoni de Il Corriere della SeraAnche nel genere: uomo, donna o fluido, chiunque può essere ciò che vuole. È una filosofia di vita. Sono individualista ama allo stesso tempo noto che i social ci hanno uniti, nel bene e nel male. Guardo al lato positivo: sono cadute barriere su razzismo e omofobia, migranti e sessualità che spesso vedo ancora in chi ha gli anni dei miei genitori“. Il brano “Voce“, che porterà a Sanremo 2021, parla proprio della ricerca dell’identità. Non vediamo l’ora che sia marzo per poterla ascoltare!

Due settimane fa abbiamo visto Madame esibirsi insieme ai Negramaro sul palco di X Factor. “Quando sono stata ospite della finale di X Factor con i Negramaro mi hanno chiesto di fare un pezzo mio. Ho rifiutato. In un’occasione del genere ci suonano Negramaro, l’anno scorso Salmo. Era presto“, ha raccontato Madame durante l’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

Letture Consigliate